Ricette tradizionali: gli arrosticini d'agnello abruzzesi

La prima volta che ho messo in bocca un arrosticino ero in un piccolo paesino della provincia dell'Aquila, ben sette anni fa. Eravamo in escursione con l'università nel Parco Nazionale del Gran Sasso, a studiare e vedere da vicino i Crocus, ovvero i piccoli fiori dello zafferano. La sera ci siamo fermati in una sagra di paese e, nonostante avessimo già cenato, ero stata troppo incuriosita da questi spiedini, che ci fecero mangiare accompagnati da pane ed olio extravergine d'oliva. Risultato eccellente! Gli arrosticini sono il simbolo della gastronomia abruzzese, a testimonianza dello spirito conviviale di questa splendida regione.

Per prepararli in casa; gli ingredienti per 6 persone saranno: 700 grammi di polpa d'agnello, pane casereccio, un paio di spicchi d'aglio, olio extravergine d'oliva e sale. Tutto qui, semplice ma di una bontà infinita.

Per quanto riguarda la preparazione, tagliate la carne d'agnello a piccoli pezzi, di circa un centrimetro di lato e poi infilate i cubetti ottenuti in degli spiedini di legno. Cuocete gli arrosticini sulla brace o su una piastra ben calda per circa 10 minuti, rigirandoli spesso per ottenere una cottura uniforme. Mi raccomando, l'unica accortezza da adottare è quella di non far asciugare troppo la carne. Salate copiosamente a fine cottura e servite gli spiedini d'arrosticino ancora caldissimi, accompagnandoli, appunto, con delle fette di pane abbrustolito (volendo potete anche passarci uno spicchio d'aglio sopra) condite con un filo d'olio d'oliva.

Foto | Flickr

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO