La ricetta delle patate lesse, i tempi di cottura e quali varietà scegliere

Un contorno da sostituire al pane, che accompagna alla perfezione carne e pesce

Ormai faccio quasi tutto con la vaporiera, ma se sono a casa in campagna o altrove dove non ne ho una a disposizione, riscopro, soprattutto d’inverno, il piacere delle patate lesse, che per me sono la cena migliore se vi squagliate sopra quando sono ancora molto calde un po’ di stracchino! Per prepararle potete scegliere qualsiasi varietà di patata: la cosa importante è non aggiungere il sale nell’acqua di cottura per evitare che si sfaldino. Anche come condimento potete sbizzarrirvi: oltre al classico olio e sale, molti apprezzano il limone e l’aceto balsamico, ma per i più golosi sono ottime anche la salsa verde e il pesto alla genovese.

Ingredienti


  • 1 kg di patate di medie dimensioni
  • 1 filo d’olio per condire
  • 1 pizzico di sale
  • prezzemolo q.b.
  • Procedimento


    Lavate bene e raschiate le patate, perché il modo migliore per bollirle è ‘in camicia’, cioè con tutta la buccia. A questo punto mettetele in una pentola e copritele per bene con l’acqua fredda, quindi mettete sul fuoco con il coperchio. Quando l’acqua bollirà, abbassate la fiamma per non rischiare che si sfaldino e scoprite: in circa un quarto d’ora se sono piccole, un po’ di più se grandi (ma in questo caso vi consigliamo di tagliarle a metà) saranno pronte. Scolatele, sbucciatele, tagliatele a fette e conditele con olio, sale e prezzemolo tritato. Sono ottime anche fredde in insalata.

    Foto | thepinkpeppercorn

    • shares
    • +1
    • Mail