Il pan dolce genovese alto, la ricetta e la storia del dolce

Il pandolce genovese, chiamato semplicemente pandolce, è un dolce tipico della Liguria, che viene solitamente preparato per Natale. Può essere basso oppure alto e la sua storia è davvero molto interessante.

pan dolce genovese alto

Il pan dolce genovese alto è una tipica ricetta per un dolce di Natale della tradizione ligure. In realtà si dice che il piatto abbia origini persiane: la leggenda narra che il primo giorno dell'anno il paggio più giovane la offrisse al sovrano, dolce che poi veniva diviso tra i cortigiani.

La versione della leggenda ligure, invece, prepara questo dolce in occasione delle feste di Natale. Si è soliti tenere da parte una fetta per i più poveri e una per la festa di San Biagio, che viene celebrato il 3 febbraio. E tradizione vuole che il più giovane della famiglia possa estrarre dal pandolce il rametto dell'alloro, che dovrebbe portare fortuna. All'inizio esisteva solo la versione bassa, ma oggi si trova spesso anche quella alta.

Ecco come si prepara il pan dolce genovese alto.

Ingredienti del pandolce genovese


    500 grammi di farna
    25 grammi di lievito di birra
    150 grammi di zucchero
    1 cucchiaino di sale
    100 grammi di burro morbido
    30 grammi di uvette
    25 grammi di arancia candita
    30 grammi di pinoli
    1 cucchiaino di semi di finocchio

Preparazione del pandolce genovese

Impastate insieme il lievito, sciolto in poca acqua tiepida e con un cucchiaino di zucchero, con 50 grammi di farina. Lasciate riposare coperto per 30 minuti. Unite il resto della farina, il sale e dentro la fontana sistemate il burro a pezzetti, lo zucchero rimasto. Lavorate l'impasto con acqua tiepida, poi unite l'uvetta bagnata e strizzata, l'arancia candita tritata, i pinoli e i semi di finocchio.

L'impasto va messo in una terrina imburrata, coperta e lasciata lievitare per 3 ore.

Quando la pasta ha raddoppiato il suo volume, datele una forma rotonda e mettetela in una teglia ricoperta di carta da forno, che andrà coperta con un telo da cucina e lasciata lievitare per altre due ore.

Quando è giunto il momento di cuocerla, fate un taglio a croce sulla superficie e cuocete in forno caldo a 190 gradi per un'ora. Fate raffreddare e poi servite con un rametto di alloro sopra.

Via | Ilcucchiaiodargento

Foto | da Flickr di hop-frog

  • shares
  • +1
  • Mail