Come fare l'olio piccante in casa con peperoncino fresco

Siete i primi a chiedere in pizzeria l'olio piccante? Non rinunciate ad una pasta all'arrabbiata? Vediamo insieme allora come fare l'olio piccante in casa, con peperoncino fresco, per averlo sempre a portata di piatto!

Come fare l'olio piccante al peperoncino fresco

Se siete amanti del piccante (come lo sono io), delle preparazioni "alla diavola" sia sulla pizza che come condimento per un primo piatto all'arrabbiata, non potete non provare a realizzare l'olio al peperoncino fresco in casa. Peperoncino fresco, che, anche se non è adatto in certi regimi alimentari e per le persone più suscettibili al bruciore di stomaco o ad altri disturbi di salute non proprio piacevoli; vanta invece numerose proprietà.

Tra i pregi del peperoncino fresco, c'è sicuramente da segnalare la ricchezza in vitamina C, una vitamina molto benefica per l'organismo, in special modo, se non avete una dieta ricca ed equilibrata (ovvero non assumete verdura e frutta in abbondanza), o se siete fumatori. La vitamina C protegge dalle infezioni e rinforza il sistema immunitario. Il peperoncino vanta anche un prezioso potere antiossidante, per questo gli esperti lo hanno segnalato negli anni come alimento anti-cancro.

Le proprietà del peperoncino rosso sono dovute ad una sostanza chiamata capsaicina, che funge anche da potente antibatterico ed antimicotico. Andiamo allora a scoprire come fare l'olio piccante al peperoncino in casa in poche mosse.

Precauzioni: indossate sempre i guanti nel toccare il peperoncino fresco, o lavatevi immediatamente le mani! E ricordate a seconda della varietà del peperoncino scelto (il più "spicy" è il famigerato habanero), il risultato sarà più piccante o meno.

Gli ingredienti per 1 bottiglia grande

6-7 peperoncini italiani freschi

un litro di olio extravergine di oliva

uno spicchio d'aglio (a piacere)


La prepapazione della ricetta

Prima di tutto è meglio far essicare i peperoncini, in questo modo il procedimento sarà molto più semplice. Dopo averli fatti essicare, lavateli bene sotto il getto d'acqua corrente. Tagliate via poi il gambo, e tritateli molto finemente su un tagliere di legno. Riponeteli interi di tutte le restanti parti e con tutti i semini in una bottiglia d'olio d'oliva vuota o in un vasetto di vetro.

Coprite il tutto fino ad un dito dalla superficie con olio extravergine d'oliva, a scelta potete anche aggiungere uno spicchietto d'aglio pelato e tritato. L'olio deve essere chiuso ermeticamente e conservato tre settimane al buio prima di essere utilizzato. A secondo della quantità di olio aggiunto, il risultato finale sarà più o meno piccante.

Via | Mondo Piccante

Foto | Acido Nucleico

  • shares
  • +1
  • Mail