Vinitaly 2014, Matteo Renzi lancia la sfida: export a +50% nel 2020

Matteo Renzi, in occasione della conferenza stampa che si è svolta a Vinitaly 2014, ha lanciato una sfida davvero molto interessante per quello che riguarda il settore dell'export: entro il 2020 vuole aumentare le esportazioni del 50%.

Matteo Renzi è un uomo al quale piacciono le sfide: lo ha dimostrato al governo e lo ha dimostrato anche in occasione della conferenza stampa che si è svolta a Vinitaly 2014, nella giornata di chiusura del Salone Internazionale del vino e dei distillati. E' la prima volta che un presidente del consiglio va in visita a Vinitaly e nell'occasione il premier ha lanciato un obiettivo da raggiungere entro il 2020 che sarebbe davvero un bel traguardo per la nostra industria enologica.

Entro il 2020, infatti, ha lanciato l'obiettivo di aumentare del 50% l'export enologico, annunciando anche nell'occasione un piano in 18 punti per semplificare il mondo dell'agricoltura e per sostenere le imprese agricole e avviate da giovani. E' stato anche creato un hashtag apposito, #campolibero, che rimarrà online fino al 30 aprile per osservazioni sul tema, mentre entro il 15 maggio verrà proposto il provvedimento di investimento su questi due settori.

Ettore Riello, presidente di VeronaFiere, ha ricordato l'impegno del governo per il settore enologico italiano, impegno sancito anche dall'intervento del ministro delle politiche agricole Maurizio Martina nella giornata inaugurale di Vinitaly. Giornata nella quale è stato assegnato a Vinitaly la gestione del padiglione del vino a Expo Milano 2015.

Ma la sfida lanciata da Renzi è fattibile? Giovanni Mantovani, direttore generale di VeronaFiere, ricorda che i dati relativi ai buyer stranieri fanno ben sperare:

L’affluenza di buyer dall’estero a Vinitaly in costante crescita negli anni è una dimostrazione della centralità della nostra manifestazione per gli operatori professionali di tutto il mondo. Con 56.000 presenze estere quest’anno su un totale di 155.000 saliamo al 36% di buyer internazionali. Nella top ten quest’anno abbiamo al primo posto la Germania, con gli Usa quasi a pari merito; seguono Gran Bretagna, Canada, Russia, Svizzera, Asia con Singapore, Hong Kong e Cina, la Francia al settimo posto, Austria, Giappone. All’undicesimo posto i Paesi Scandinavi con Danimarca, Svezia e Norvegia.

Vinitaly 2014, Matteo Renzi

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail