La cucina piemontese: i suoi trucchi, segreti e memorie raccontati da Laura Brezzi Caponetti

Un viaggio nei sapori genuini e tradizionali della cucina piemontese è quello che ci propone Laura Brezzi Caponetti in questo suo libro.

Della cucina piemontese mi sono occupato in uno dei post dedicati alla cucina regionale italiana e allora l’ho definita “sobria e sontuosa, aristocratica e contadina” ma anche “una delle più eterogenee e ricche del Bel Paese”.

Questi aspetti si ritrovano nel bel libro di Laura Brezzi Caponetti dal titolo La cucina piemontese. Trucchi, segreti e gustose memorie delle ricette della tradizione in libreria per Priuli & Verlucca edizioni. Dico “bel libro” perché è un testo che ha il sapore delle cose di una volta, sia per come le ricette e i piatti vengono presentati, sia per la delicatezza delle immagini che accompagnano tutto il testo, immagini realizzate a matita per questo libro dal padre dell’autrice anni or sono.

La cucina piemontese è un testo che invita a fermarsi a chiacchierare a tavola e sulla tavola: ogni capitolo del libro è, infatti, composto da una chiacchierata dalla quale poi scaturisce un menù, generalmente composto da un primo, un secondo e un dolce. In tutto le ricette sono quarantasei e sono snocciolate lungo undici chiacchierate che hanno il sapore della quotidianità.

La cucina piemontese: i suoi trucchi, segreti e memorie raccontati da Laura Brezzi CaponettiA questo periodo dell’anno, per esempio, si riferisce la quarta chiacchierata, che ha per titolo “In primavera avanzata gustando primizie e profumi” e che, come ricette, propone: “Caponèt”, “Caponòt” e tomàtiche ripiene di riso alla novarese, poi pernice allo zabaglione con asparigi e ciliegie al Barolo per concludere. Non sapete cosa sono i caponèt, i caponòt e le tomàtiche? Allora leggete il libro e lo scoprirete!

Un'ultima annotazione: la ricetta non è un semplice elenco di cose da fare e di ingredienti da lavorare, ma è una continuazione della chiacchierata: per esempio, la ricetta delle ciliegie al Barolo di cui sopra è l'occasione per parlare della ciliegie in genere, dei modi di prepararle, delle confetture che se ne ricavano, ma anche del fatto che con il Barolo si possono preparare altre ricette, non solo le ciliegie. Una chiacchierata, insomma, come si farebbe con la nonna che si lascia andare al racconto sapienziale di quanto mette nel piatto.

Laura Brezzi Caponetti
La cucina piemontese.
Trucchi, segreti e gustose memorie delle ricette della tradizione

Priuli & Verlucca, 2014
pp 168, euro 9,90

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • +1
  • Mail