Ricette primi: le orecchiette fatte in casa

orecchiette fatte in casa

Le orecchiette sono il più celebre formato di pasta fresca pugliese e prendono il nome, ovviamente, dalla loro forma simile all'orecchio umano: una cupola delle dimensioni di due - tre centimetri col bordo più spesso della cavità. Le due ricette più famose che coinvolgono questa pasta sono le orecchiette alle cime di rapa e quelle al sugo di pomodoro e ricotta. Sono un piatto di origine medievale, e hanno visto la loro diffusione intorno al XIII - XIV secolo. Secondo insigni studiosi di enogastronomia pugliese le orecchiette avrebbero avuto origine nel territorio di Sannicandro di Bari, durante la dominazione normanno-sveva, tra il XII e il XIII secolo. La loro conformazione era particolarmente indicata per aumentare la durata della conservazione e questo ne spiega la facilità nella diffusione.

Ingredienti: farina, acqua tiepida, sale.

Per facilitare l'esecuzione sarebbe utile possedere una spianatoia, in alternativa è possibile usare una superficie liscia come il tavolo della propria cucina. Per cominciare è necessario mettere sul piano la farina con un pizzico di sale e, mentre si aggiunge un po' alla volta l'acqua tiepida, continuare ad impastare per almeno una decina di minuti. Al termine bisogna lasciar riposare la massa impastata per almeno una mezz'oretta. Dall'impasto va prelevato un pezzetto di pasta che va lavorato fino a trasformarlo in un lungo filamento dello spessore di una matita. A questo punto bisogna tagliare a pezzetti il filamento, prestando attenzione al fatto che i pezzetti ricavati siano - piu' o meno - uguali per dimensione, poco più di mezzo centimetro (la lunghezza di un unghia). Ora usando un coltello abbastanza largo esercitate una pressione sui pezzetti, schiacciandoli col la punta fino ad avere dei dischetti di pasta. Mantenendo la stessa pressione, trascinateli sul piano in modo che il disco si arricci intorno alla lama. Appoggiate ora il coltello al polpastrello del pollice e fate fare un giro al coltello verso il centro del disco per poi applicare la pressione del pollice necessaria a formare la gobba. Staccate l'orecchietta dal dito e mettetela ad asciugare sulla piano con la cavità verso il basso. Lasciate riposare per almeno un ora prima della cottura.

Ora che le nostre orecchiette sono pronte possiamo usarle per realizzare il tipico piatto pugliese, le orecchiette con le cime di rapa

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail