Expo 2015: cereali e tuberi, la forza della vita

Expo 2015, tra tuberi e cereali, ci fa conoscere la cucina di diversi paesi del mondo, dove questi alimenti sono spesso di primaria importanza

Expo 2015 – I cereali e i tuberi sono alimenti che da millenni nutrono gli esseri umani; in alcune condizioni sono gli unici alimenti che gli esseri umani hanno.

Con il termine cereali si indicano un gruppo di piante erbacee coltivate per la produzione di seme, utilizzati a scopi alimentari, sia interi sia macinati, sotto forma di farina. Queste piante comprendono principalmente le Graminacee (riso, mais, farro, orzo, segale, avena e miglio), ma spesso si amplia fino ad abbracciare tutti i semi, frutti o tuberi con caratteristiche simile a quelle dei cereali veri e propri (elevato contenuto di proteine e zuccheri, in particolare amido).

Il tubero, invece, è l’organo sotterraneo di alcune piante, che si forma per ingrossamento del fusto o delle radici. Di forma più o meno allungata, ha la funzione di accumulare sostanze di riserva (amidi, zuccheri solubili, inulina e via dicendo) per assicurare alla pianta la sopravvivenza nei periodi meno favorevoli. La maggiore parte delle piante ha tuberi sotterranei (si pensi alla patata e al topinambur), ma ci sono anche eccezioni, come l’igname, per esempio.

Come vengono usati cereali e tuberi in giro per il mondo? Expo 2015 sarà una risposta anche a questa domanda. Intanto ecco tre ricette in merito: una dalla Bolivia, una da Haiti e una dal Mozambico.

La pasta patate e provola con la ricetta napoletana

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voto.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO