Expo 2015: l’alimentazione nelle zone aride

Expo 2015 affronta anche il tema delle zone aride e della peculiarità del cibo di quelle parti del mondo in cui l'acqua scarseggia

Expo 2015 dedica uno spazio particolare alle zone aride del Pianeta con una moltitudine di cilindri semitrasparenti pendenti dal soffitto che evocano e ricreano l’atmosfera peculiare di queste zone; inoltre i padiglioni prendono le sembianze di pietre che si scoprono entrando in quella che sarà una metaforica tempesta di sabbia. Ma cosa si intende per zone aride? Leggiamo sul sito di Expo:

A causa di questa diversità non esiste una definizione univoca di zona arida. L’unica caratteristica comune di queste aree è appunto l’aridità, che spesso viene espressa attraverso un indice basato su temperature e precipitazioni, che individua tre aree: iper-arida, arida, semi-arida.

Va da sé, quindi, che non tutte le zone aride del Pianete sono uguali: se il tratto comune è la scarsità d’acqua (e si tenga presente che un quinto della popolazione mondiale abita in zone con poca acqua) è pur vero che tali zone presentano una grande diversità in tema di suoli, fauna, flora, equilibri idrici e di attività umane. Questa situazione si riflette anche nelle tradizioni gastronomiche: vediamone tre con altrettante ricette.

Expo 2015: l’alimentazione nelle zone aride

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail