Omelette e frittata: qual è la differenza?

Tra cucina italiana e la sorella francese, un viaggio nei mondi di omelette e frittata

Omelette o frittata?

Quante volte abbiamo confuso omelette e frittata, o semplicemente ci siamo scoperti a ignorarne la differenza, pensando magari che la prima fosse solo la traduzione in francese della seconda? E invece no, amici miei, tra omelette e frittata le differenze ci sono, eccome.

Innanzitutto gli ingredienti: per l’omelette solo uova e al massimo un pizzico di sale; per la frittata alle uova si aggiunge sale, parmigiano grattugiato e anche un goccetto di latte. Poi la preparazione: per l’omelette le uova vanno sbattute a lungo, utilizzando magari una frusta, in modo che incorporino più aria possibile; per la frittata, invece, basta amalgamare il tutto in maniera sommaria con una forchetta.

Veniamo, quindi, alla cottura: rigorosamente in padella, nel burro, e da una parte sola per l’omelette, che deve mantenere un cuore morbido, tanto che il ripieno andrebbe inserito alla fine per cuocersi con il calore e fuori dal fuoco; la frittata, invece, va girata almeno una volta, fritta nell’olio, può, però, essere anche cotta in forno.

Infine il ripieno: non ci sono grossi vincoli, ma per l’omelette ‘la morte sua’ sarebbe il formaggio che si scioglie a contatto con il calore delle uova; la frittata, invece, è per sua natura più versatile e nasce come piatto povero; provatela con le cipolle o le zucchine, è imbattibile!

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 4 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail