Maturità 2018, cosa mangiare prima degli esami

Il conto alla rovescia per gli esami di maturità è già iniziato: ecco cosa gli studenti dovrebbero mangiare per arrivarci in piena forma fisica e mentale

Ci siamo, il conto alla rovescia per gli esami di maturità 2018 è iniziato. Chi, tra pochi giorni, si ritroverà seduto sui banchi di scuola alle prese con le tre prove scritte prima, e con gli orali poi, avrà bisogno di arrivarci nel pieno della sua forma mentale e, perché no, anche fisica. Cosa mangiare per aumentare la concentrazione ed una buona memoria?


Innanzitutto una ricca colazione energetica per studiare al meglio. Non può mancare dello yogurt fresco che, vista la stagione, non può che risultare gradito al palato, tanta frutta fresca come albicocche, pesche e meloni, e secca (mandorle, noci, nocciole). Agli amanti del latte si consiglia una tazza accompagnata da cereali misti. In alternativa si potrebbe optare per un porridge al latte di mandorla o per un porridge con avena e latte di cocco. Ai più golosi si consiglia un dolce fatto in casa come la torta integrale con carote e mandorle.

Passiamo al pranzo, nell'ambito del quale sarà bene prediligere carboidrati (meglio se integrali) e tanta verdura come l'insalata di riso integrale vegetariana, o il cous cous integrale con le verdure. Un'ottima fonte di proteine vegetali è rappresentata dai legumi: tenete in considerazione la pasta con piselli e pomodoro e la pasta con avocado e ceci.

In una dieta della memoria che si rispetti non può mancare, poi, il pesce. Tra i secondi da poter preparare durante la sessione di studio in vista dell'imminimente maturità ci sono le cotolette di merluzzo al forno, i filetti di sgombro gratinati, il trancio di salmone alla griglia, da accompagnare con contorni di verdure a scelta e del pane, meglio se integrale o ai cereali.


Per gli spuntini, infine, via libera a spremute e frullati di frutta!

Photo | iStock

  • shares
  • Mail