Uova alla monachina, origini e ricetta tradizionale campana

Antipasto tipico della cucina regionale, le uova alla monachina provengono dalla tradizione partenopea e rappresentano una preparazione ricca

Uova alla monachina, origini e ricetta tradizionale campana

Ricetta tradizionale campana, le uova alla monachina costituiscono un antipasto ricco o, in alternativa, un secondo sfizioso. Si tratta, in sostanza, di uova sode che vengono svuotate del tuorlo - che viene poi lavorato con della besciamella - tagliate a metà, farcite, quindi impanate e fritte fino a completa doratura.

Al forno, senza besciamella (al suo posto la ricotta) o con tonno: numerose sono le varianti del piatto, così come spesso accade quando si parla di ricette provenienti dalla tradizione. Le origini delle uova alla monachina, però, sarebbero francesi e si farebbero risalire al regno dei Borboni. Ecco come si preparano.

Ingredienti


4 uova
30 gr di farina
20 gr di burro
200 ml di latte
sale
farina
pangrattato
1 uovo
olio per friggere q.b.

Procedimento


Iniziate dalla preparazione della besciamella, che dovrà risultare più densa del solito. Versate in un tegame il burro e fatelo sciogliere completamente. Adesso unite la farina e mescolate bene fin da subito. Unite il latte, a filo e sempre continuando a mescolare, facendo cuocere il tutto fino a quando la consistenza sarà diventata ben soda. Spegnete la fiamma e fate raffreddare.

Una volta fredda la besciamella, mettete a far rassodare le uova in acqua bollente per circa 10 minuti. Scolatele e fatele intiepidire, quindi eliminate il loro guscio. Tagliatele a metà nel senso della lunghezza senza rompere gli albumi, e prelevate i tuorli. Lavorateli in una ciotola con la besciamella dopo averli sminuzzati.

Con quanto ottenuto, farcite i mezzi albumi rimasti e trasferiteli nel freezer per qualche ora. Trascorso questo lasso di tempo, impanateli (prima nell'uovo battuto, quindi nel pangrattato) e friggeteli in olio di semi ben caldo fino a completa doratura. Scolateli e trasferiteli in un piatto rivestito di carta assorbente da cucina. Gustateli caldi.

Via | GrandeNapoli
Photo | iStock

  • shares
  • Mail