Come fare il risotto alla lavanda

Un primo insolito e profumato con il quale poter stupire i propri ospiti o da riservare alle occasioni speciali: con il risotto alla lavanda non si può che fare colpo

Come fare il risotto alla lavanda

La ricetta del risotto alla lavanda rappresenta la soluzione ideale per un pranzo o una cena particolari. Da preparare per stupire i propri ospiti o per prendere per la gola la propria dolce metà, si tratta di uno dei primi piatti alla lavanda da poter preparare in casa senza difficoltà.

Gustoso e profumato, il risotto che ne viene fuori è cremoso ed invitante. Potete scegliere di insaporirlo ulteriormente con l'aggiunta di capperi o di qualche filetto di acciuga salata, anche se i funghi freschi utilizzati in questa ricetta si sposano alla grande con il sapore dei fiori della pianta.

Le ricette con la lavanda sono tantissime - ad iniziare dai dolci - ma spesso sottovalutate. Date una possibilità a questo risotto alla lavanda e rosmarino: mantecato come si deve diventerà una chicca gastronomica di tutto rispetto.

Ingredienti

320 gr di riso Carnaroli
vino bianco secco qb
brodo vegetale qb
250 gr di funghi freschi
1 cipolla fresca
olio extra vergine di oliva
rosmarino tritato qb
2 cucchiaini di lavanda fresca o secca
1 noce di burro
parmigiano qb
sale e pepe

Preparazione

Tritate finemente la cipolla e fatela soffriggere in una pentola in poco olio. Una volta appassita, unite i funghi tagliati a pezzetti e fateli insaporire per un paio di minuti. Aggiungete adesso il riso e fatelo tostare per due minuti, quindi bagnatelo con del vino bianco e fatelo evaporare. Unite parte del rosmarino e continuate la cottura unendo, man mano che viene assorbito, del brodo.

Giunti al termine della cottura regolate di sale e pepe, unite il rosmarino rimasto, la lavanda (se fresca, pestata in un mortaio), il burro ed il parmigiano grattugiato. Mantecate bene il tutto, quindi servite decorando i piatti a piacere con della lavanda fresca.


Photo | iStock

  • shares
  • Mail