Gnocco fritto, la ricetta di Cotto e Mangiato

La ricetta dello gnocco fritto, fiore all'occhiello della gastronomia emiliana, perfetto per ricchi aperitivi in compagnia

Gnocco fritto, la ricetta di Cotto e Mangiato

Voglia di gustare in casa uno gnocco fritto morbido e gonfio? Con la ricetta di Cotto e Mangiato potete prepararlo in poche mosse e con ottimi risultati. Perfetta base di partenza per degli aperitivi in compagnia (lo gnocco fritto viene abbinato, per antonomasia, con formaggi e salumi freschi ed un buon bicchiere di vino), si può anche proporre per un antipasto rustico nell'ambito di un qualsiasi menù autunnale. Una cosa è certa, una volta portato in tavola, va sempre a ruba.

Se l'idea di utilizzarlo non vi entusiasma, potete sempre preparare lo gnocco fritto senza strutto sostituendolo semplicemente con burro o olio di oliva. La ricetta veloce, invece, vuole uno gnocco fritto fatto con la pasta per pizza già pronta. I puristi inorridiranno, ma a mali estremi...


Ingredienti


200 gr di farina
1 cucchiaino di zucchero
1/2 bustina di lievito di birra granulare
20 gr di strutto

Preparazione

Versate la farina setacciata sul piano di lavoro. Unite lo zucchero ed il sale, il lievito di birra granulare e l'acqua tiepida, poco per volta e man mano che viene assorbita. Impastate a lungo fino ad ottenere un impasto sodo, omogeneo ed elastico. Trasferitelo in un luogo tiepido e fatelo lievitare per almeno un'ora e mezza, o fino a quando sarà raddoppiato di volume. Trascorso tale lasso di tempo stendetelo su un piano infarinato e ritagliate la pasta a quadrati e rettangoli. Versate in un tegame abbondante olio di semi ed una volta ben caldo immergetevi i pezzi di pasta, pochi per volta e fino a completa doratura, quindi scolateli su carta assorbente da cucina e serviteli caldi.


Photo | iStock

  • shares
  • +1
  • Mail