Ricette Masterchef 8: la Cacio e Pepe in vescica dello chef Riccardo Camanini

La ricetta della Cacio e Pepe in vescica dello chef Riccardo Camanini, una preparazione vista nell'ultima puntata di Masterchef 8.

Cacio e Pepe in vescica dello chef Riccardo Camanini

La ricetta della Cacio e Pepe in vescica dello chef Riccardo Camanini è stata una delle preparazioni che hanno caratterizzato l’ultima puntata di Masterchef 8. Questa ricetta è stata ideata da Riccardo Camanini, lo chef stellato del Lido 84 di Gardone Riviera che ama mixare le ricette antiche, anzi antichissime, e il suo estro creativo, è considerato il massimo rappresentante della New Ancient Cuisine. La cottura in vescica è ispirata al ricettario di Apicio di 2000 anni fa, ma è stata utilizzata anche da,lo chef inglese Marco Pierre White ed ogni tanto è presente in alcuni piatti della cucina francese. Riccardo Camanini ha mescolato tecniche antichissime con la pasta, il simbolo del Made in Italy.

Ingredienti


    1 vescica di maiale
    300 gr rigatoni
    300 gr di acqua bollente
    135 gr pecorino
    90 ml di olio extravergine di oliva
    3 gr pepe nero
    12 gr sale

Preparazione


Procuratevi una vescica di maiale pulita dal vostro macellaio. Potete anche prenderla essiccata e reidratarla a casa, tenendola ammollo in acqua fredda per 10 giorni, cambiando l’acqua tutti i giorni.

Inserite un imbuto nell’apertura della vescica e inserite tutti gli ingredienti, ogni tanto soffiate all’interno in modo da gonfiare la vescica. Chiudete la vescica con uno spago cercando di legarla abbastanza in alto.

Immergete la vescica in acqua bollente e cuocete la pasta per il doppio del tempo indicato sulla confezione. Se ad esempio i rigatoni cuociono in 15 minuti, la cottura sarà di 30 minuti. Mescolate spesso la vescica e agitatela con le mani in modo da formare l’emulsione e sentire la consistenza della pasta.

Trascorso il tempo di cottura prendete la vescica di maiale e mettetela su un tagliere, apritela praticando un taglio verticale e mescolate la pasta con un cucchiaio. Trasferite la pasta in un piatto e servite.

Foto | vanityfair

  • shares
  • Mail