Riscaldare il pesce fritto avanzato con i consigli di Gustoblog

Scopriamo insieme come riscaldare il pesce fritto avanzato e farlo tornare buono e gustoso con i consigli di Gustoblog.

Riscaldare pesce fritto avanzato

Diciamoci la verità: riscaldare il pesce fritto avanzato è una pratica decisamente poco ortodossa e comunque vada, la bontà nel pesce fritto e croccante è impossibile da riportare a tavola. Il pesce fritto però può avanzare e in questo caso bisogna fare di necessità virtù e trovare in modo migliore per riscaldarlo e gustarlo.

Il pesce fritto è uno dei piatti più buoni che esistano, la crosticina croccante e l’interno morbido e saporito mettono tutti d’accordo, anche chi solitamente non mangia il pesce, difficilmente resiste al fritto. Il pesce fritto avanzato andrebbe evitato proprio perché è impossibile ritrovare la croccantezza e inoltre il fritto dopo qualche ora diventa unto.

L’unico modo per scaldare il pesce fritto è quello di rimetterlo in padella con poco olio e cuocerlo a fuoco vivo mescolando spesso, anche in continuazione se preferite. Potete anche far fare una nuova crosticina se non vi crea problemi il fatto che potrebbe essere un po’ più asciutto. Servite il pesce con un’insalata verde e accompagnatelo con un po’ di maionese.

Quando è possibile è sempre meglio friggere solo il pesce che si è certi di consumare. Se avete del pesce fresco potete anche pulirlo e impanarlo con farina e aromi poi surgelarlo direttamente, da impanato il pesce si può anche conservare in frigorifero e cuocere l’indomani, fritto o in padella.

  • shares
  • Mail