Mangiare pesce contro la degenerazione oculare

Vi ricordate quando eravamo piccoli e la mamma ci raccomandava di mangiare le carote che ci facevano bene alla vista?! Io, che porto gli occhiali dall’età di quattro anni, sono cresciuta con questo tormentone…

Beh, non sono solo le carote e la vitamina C a fare bene agli occhi, ma anche gli Omega 3. E dove sono contenuti? Nel pesce! Portare almeno una volta a settimana sulle nostre tavole tonni, salmoni, alici o sarde, pare faccia molto bene alle nostre ‘finestre sul mondo’ e allontani lo spettro di una brutta malattia: la maculopatia o degenerazione maculare senile, che colpisce la parte centrale della retina.

In pratica, secondo le ricerche effettuate (ben lontane dall’essere definitive però) e pubblicate dall’American Journal of clinical nutrition e cui hanno partecipato gli esperti dell’università di Verona, chi mangia più pesce è meno soggetto a questa patologia che può sfociare nella cecità. Tutto ciò grazie al potere antiossidante della luteina. Attenzione, però: non stiamo dicendo che mangiare pesce previene la malattia, ma solo che potrebbe aiutare ad allontanarne il rischio… insomma, è un altro buon motivo per aggiungerlo alla nostra dieta.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail