Ricette della vigilia: i miei spaghetti al nero di seppia

Sorella gemella del ben più noto risotto al nero di seppia, questa pasta è assai semplice nella preparazione e data la sua totale assenza di carne, adatta alla cena della vigilia (ovviamente se siete osservanti della tradizione del ‘magro’). Sempre che non vi dia ‘fastidio’ arrotolare spaghetti neri come la pece… a proposito, occhio che macchiano da morire!

Cosa vi occorre per 4 persone: 350 di spaghetti, 2-3 pomodori pelati, 1 spicchio d’aglio, prezzemolo, gamberi, olio, inchiostro di seppia, sale e pepe q.b.

Come si preparano: in un tegame abbastanza largo, scaldate l’olio con l’aglio, aggiungete i pomodori spezzettati e schiacciati. Aggiustate di sale e pepe, unite il nero delle seppie e i gamberi precedentemente bolliti e fate insaporire senza restringere troppo il sughetto. Scolate gli spaghetti al dente e fateli saltare in padella per qualche minuto: fino a quando, cioè, non assumeranno il caratteristico colore nero, quindi servite caldo e spolverato con prezzemolo tritato.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail