Ritorna il pane a lunga conservazione

ritorna il pane a lunga conservazione
I più giovani non lo hanno conosciuto, ma in qualche vecchio film si vede una pagnotta grande che veniva acquistata una volta a settimana e durava parecchi giorni e sfamava una famiglia, che allora era numerosa. Sarà a causa della crisi, ma a quanto apprendo dal sito Cronache di gusto, il pane sta tornando sulle tavole dei napoletani per combattere il caro vita.

In Campania il pane pesa 3 kg e costa € 5 con un risparmio di circa 2 euro a settimana, dura dagli 8 ai 10 giorni. Gli altri vantaggi, oltre alla durata, è l'utilizzo delle farine totalmente italiane, che devono necessariamente essere di qualità, altrimenti il pane non si conserverebbe. Inoltre non viene impiegato il lievito di birra, quindi va bene anche per gli intolleranti al lievito. Ultimo vantaggio importante è che con l'acquisto si combatte anche la camorra, che nel pane scadente trae i sui vantaggi.

Nella città partenopea va a ruba e le richieste lievitano. Speriamo venga panificato anche nelle altre città e non solo a Napoli. Il solo rischio è che da noi venga fatto pagare di più perchè a lievitazione naturale.

Foto | Cronache di Gusto

  • shares
  • Mail