Come pulire le acciughe sotto sale con i consigli di Gustoblog

Le acciughe sotto sale costituiscono una preparazione tipica della tradizione ligure, dagli svariati utilizzi in cucina, ecco come pulirle

Come pulire le acciughe sotto sale con i consigli di Gustoblog

Le acciughe sotto sale rappresentano un'apprezzata e versatile preparazione di origine ligure. Quella di mettere i cibi sotto sale è una tecnica molto utilizzata in cucina per la conservazione di diversi alimenti, forse la più antica. Le acciughe sotto sale possono essere impiegate nella preparazione di sfiziosi antipasti, di primi e secondi piatti succulenti. Si conservano per diverso tempo, anche due o tre anni, ben custodite in dispensa in un luogo fresco e lontano da fonti di calore e oltre che molto gustose sono parecchio economiche. Prima di essere utilizzate però devono essere private completamente del sale.

Come pulire le acciughe sotto sale? Semplice: l'operazione preliminare consiste nel raschiarne la superficie per eliminare il sale in eccesso con il dorso di un coltello. Questo va tolto grazie all'utilizzo di un panno da cucina o di un semplice tovagliolo di carta. A questo punto, dopo averle private della testa, delle interiora e della lisca interna, le acciughe dovrebbero essere lavate con l'aceto. Nonostante in molti ricorrano all'utilizzo dell'acqua corrente, lasciandole a bagno per un paio di ore e facendole poi rinvenire nell'olio, la pulizia ideale avviene con l'utilizzo dell'aceto bianco: è più indicato, non snatura il sapore del pesce e svolge alla perfezione il suo compito. Inoltre, a differenza dell'acqua, non altera la loro consistenza, le acciughe rimangono ben sode, un piacere per il palato.

Foto | Roger469

  • shares
  • Mail