Ricette ‘contro’: combattere l’allergia con il petto di tacchino freddo


La primavera è la stagione delle allergie per antonomasia: anche chi, infatti, non soffre specificamente per pollini e fioriture, comunque vede in questa stagione un complessivo peggioramento della propria allergia. Perciò è bene tutelarsi evitando alcuni cibi che possono far aumentare i livelli di istamina nel corpo (sostanza mediatrice delle infiammazioni il cui aumento nell’organismo provoca reazioni allergiche) e magari consumandone altri che invece hanno un’azione, per così dire, lenitiva, come le carni del pollo e del tacchino. Oggi prepariamo quest’ultimo freddo, confidando che arrivino le belle giornate.

Cosa vi occorre per 4 porzioni: 600 g di petto di tacchino, 1 cipolla, 1 gambo di sedano, 1 carota, il succo di 2 limoni, capperi q.b., 4 cucchiai d’olio, sale e pepe, prezzemolo o basilico fresco.

Come si prepara: legate il petto di tacchino in più punti per tenerlo in forma e fatelo lessare per 15-20 minuti in acqua appena salata ma arricchita con gli odori. Scolatelo, fatelo raffreddare e tagliatelo a fettine. Intanto tritate le foglie del prezzemolo (o del basilico). Disponete in un recipiente di vetro uno strato di fettine di tacchino, salate, bagnate con il succo di limone, cospargete con il prezzemolo e aggiungete qualche cappero, poi terminate con il resto delle fettine. Tenete il tacchino in frigo per almeno 24 ore in modo che il limone continui a cuocere la carne e quando servite condite con un po’ d’olio. Questa preparazione consente di conservare il tacchino per diversi giorni.

Foto | Flickr

Allergie: alimenti si` o no
Allergie: il pollo e` un alimento si`
Allergie: i pomodori sono un alimento no
Allergie: le arachidi sono un alimento no
Allergie: i crostacei sono un alimento no

  • shares
  • Mail