La cottura dei vermicelli di riso, come fare e i tempi giusti

I vermicelli di riso, molto utilizzati nella cucina orientale, sono alla base di numerose ricette gustose: ecco come cuocerli ed i tempi giusti

La cottura dei vermicelli di riso, come fare e i tempi giusti

I vermicelli di riso, spesso definiti "gli amici della linea", sono caratterizzati da una serie di qualità che li rendono unici e molto apprezzati. Innanzitutto, essendo a base di riso sono particolarmente indicati per chi sia intollerante al glutine. In secondo luogo sono pratici da preparare, basta unirli a pochi e semplici ingredienti per dare vita a dei piatti sani e leggeri, adatti anche a chi sia a dieta. Infine, aspetto da non sottovalutare, sono velocissimi da cuocere richiedendo solo qualche piccolo accorgimento per una riuscita perfetta.

I vermicelli di riso si caratterizzano per il fatto di essere molto lunghi e sottilissimi, questa loro consistenza fa si che la cottura avvenga in maniera particolare: non vanno immersi come accade per la pasta in genere in pentola in acqua bollente ma ciò che avviene è esattamente il contrario, ovvero che, dopo essere stati disposti in una ciotola, meglio se di vetro, vengano coperti con dell'acqua molto calda e lasciati rinvenire per il tempo indicato sulla confezione, che solitamente si aggira tra i 7 ed i 10 minuti, oltre i quali non va.

Come ci si accorge quando sono pronti? Semplice: inizieranno a separarsi tra di loro. Una volta trascorso questo tempo vanno scolati ed uniti al condimento del caso, meglio se saltati qualche minuto in padella prima di essere serviti. E se li avete lasciati in immersione troppo a lungo? Niente paura, se non si sono completamente sciolti potete lasciarli ad asciugare all'aria qualche minuto, in modo che si secchino leggermente. Tipici della cucina orientale e nello specifico di quella cinese, i vermicelli di riso sono alla base di diverse gustose preparazioni come quella che li vede accompagnati da germogli di soia e zucchine.

Foto | kudumomo

  • shares
  • Mail