Ecco il flan parisien con la ricetta base al profumo di vaniglia

Dopo qualche virata salata eccoci ritornare in terre più dolci per riscoprire la ricetta del flan parisien.



Passeggiando per Parigi vi capiterà di trovarlo in quasi tutte le vetrine delle boulangerie. Il flan parigino è un'istituzione pasticcera della capitale francese, con la sua crosticina dorata, il ripieno dalla superficie brunita che si fonde in bocca e quel delizioso aroma di vaniglia, resta uno dei dessert preferiti dei francesi, plebiscitato anche dai turisti, sempre se realizzato a regola d'arte e consumato in breve tempo per gustare tutti i suoi aromi. Una dolcezza semplice, che incanta con il suo sapore genuino e che si può realizzare anche a casa, per portarsi un pezzetto dell'atmosfera descritta dritta in cucina.

Ingredienti


230 g di pasta brisé,
60 cl di latte intero,
10 cl di panna da montare (con almeno il 30% di materia grassa),
4 uova,
70 g di Maizena,
100 g di zucchero semolato,
1 baccello di vaniglia.

Preparazione


Tagliare la vaniglia in due ed estrarne i semini grattando con la lama di un coltello. Inserire il tutto in una pentola, versarvi 50 cl di latte e portare ad ebollizione. Nel frattempo mettere in una ciotola la maizena con il resto del latte e mescolare con un cucchiaio fino ad ottenere un composto liscio. Montare le uova e lo zucchero con le fruste elettriche ed unire lentamente il composto di maizena. Arrivato a bollore ritirare il latte dal fuoco, filtrarlo e aggiungerlo progressivamente e molto lentamente alla crema, mescolando contemporaneamente con una frusta a mano. Rimettere nella pentola e riscaldare a fuoco medio continuando a girare fino a che il composto non si ispessisce (circa una decina di minuti). Spegnere, battere energicamente la crema e aggiungervi la panna non montata. Preriscaldare il forno a 200°, foderare uno stampo dai bordi medi con la pasta brisé, versarvi il composto di uova e infornare per circa 25 minuti. Se la superficie non si colora naturalmente terminare con qualche minuto di grill. Attendere ancora un po' fuori dal forno, quindi sformare il dolce su una griglia e lasciarlo riposare in frigo per almeno due ore.

Fot by Traaf.

Via | gustave.com

  • shares
  • Mail