I conchiglioni ripieni di ricotta e zucchine da gustare freddi

Un primo piatto diverso dal solito e da consumare freddo: i conchiglioni ripieni di ricotta e zucchine

I conchiglioni ripieni di ricotta e zucchine da gustare freddi

I conchiglioni rappresentano un formato di pasta abbastanza particolare, se non altro per il fatto che si prestino naturalmente per le loro dimensioni e la loro forma ad essere farciti. Diverse e tutte gustose sono le possibili varianti come ad esempio quella che li vede ripieni di melanzane e serviti con una salsa alla menta o quelli ai formaggi. In questo caso, per adeguarmi alla stagione, ho scelto la ricotta mista alle zucchine sostituendole, per una volta, ai classici spinaci, creando un ripieno da gustare freddo.

I conchiglioni ripieni di ricotta e zucchine diventano quindi il primo ideale da servire nelle calde giornate d'estate ma anche all'interno di un buffet, in questo periodo diverse sono le occasioni per organizzarne uno. Trovo i conchiglioni così preparati ideali anche per il classico pranzo della domenica, in alternativa alla pasta al forno, ad esempio. Ecco la ricetta.

Ingredienti


300 gr di conchiglioni
2 zucchine
olio extra vergine di oliva
1 spicchio d'aglio
1 carota
200 gr di ricotta
2 cucchiai di parmigiano grattugiato
2 cucchiai di latte
noce moscata
basilico fresco
sale e pepe

Procedimento

Affettare sottilmente le zucchine e la carota. Versare in una padella l'olio insieme all'aglio. Una volta dorato unire le zucchine e la carota. Portare a cottura, salare e pepare ed unire il basilico tritato. Fare raffreddare. Nel frattempo preparare il ripieno: versare in una ciotola capiente la ricotta, unire il latte, il parmigiano, la noce moscata e mescolare bene. Mettere a lessare i conchiglioni in abbondante acqua bollente salata. Scolarli e passarli sotto il getto dell'acqua corrente fredda. Unire le zucchine cotte e fredde alla ricotta. Farcire con il composto ottenuto i conchiglioni e disporre man mano su un vassoio. Conservare in frigo e servire freddi.

Foto | Tom Ipri

  • shares
  • Mail