La torta pasqualina con la ricetta di Benedetta Parodi rappresenta una variante della classica, appartenente alla tradizione ligure, con l’aggiunta di un ingrediente che a molti farà storcere il naso ma che, agli occhi di chi solitamente lo apprezzi, risulterà sicuramente gradita.

La preparazione è piuttosto semplice e, a differenza della tradizionale torta pasqualina con carciofi, prevede come base due rotoli di pasta sfoglia (sicuramente più pratica della brisè, specie se già pronta), un ripieno di spinaci e bietole con uova, stracchino e dei wurstel, che regalano gusto fondendosi alla grande con il resto degli ingredienti.

La torta pasqualina con pasta sfoglia che ne viene fuori è adatta sia come antipasto che come portata sfiziosa nell’ambito di una scampagnata. Forse non tutti lo sanno, ma esiste anche la torta pasqualina dolce: perchè non provarla?

Ingredienti

500 gr di spinaci
100 gr di bietole
olio di oliva qb
sale qb
1 cipollotto
200 gr di wurstel
5 uova
50 gr di parmigiano
2 rotoli di pasta sfoglia
80 gr di stracchino

Procedimento

Fare appassire le bietole e gli spinaci in un tegame con poco olio, su fiamma bassa e con il coperchio.

Affettare adesso il cipollotto e farlo rosolare in un altro tegame con poco olio. Tagliare i wurstel a cubetti ed unirli al soffritto.

Scolare le verdure e strizzarle leggermente quindi unirle in padella e farle insaporire bene. Allontanare dalla fiamma e fare raffreddare quindi aggiungere 4 uova, il parmigiano e mescolare bene.

Foderare una teglia adatta alla cottura in forno con il primo rotolo di pasta sfoglia avendo cura di coprire anche i bordi, quindi bucherellare con una forchetta e farcire con il composto di verdure misto allo stracchino tagliato a pezzetti.

Coprire con il secondo rotolo di pasta sfoglia avendo ura di sigillare bene i bordi, quindi spennellare l’intera superficie con un uovo sbattuto.

Fare cuocere in forno caldo a 180 °C per circa 30 minuti, fino a quando la superficie risulterà perfettamente dorata.

Foto | Via Pinterest

Riproduzione riservata © 2022 - GB

ultimo aggiornamento: 05-04-2017