Ecco la ricetta del Puglia Colada, il nuovo cocktail estivo a base di rum, pesche e latte di mandorla

Un cocktail pugliese che prevede l'uso di latte di mandorla, pesche e vincotto

Se parliamo di Colada sicuramente vi viene in mente la Piña Colada, ma il cocktail di cui parliamo oggi è una versione tutta pugliese ideale per un aperitivo estivo, ma vi assicuro anche per ogni momento della giornata, il Puglia Colada.

Il Cocktail è un'invenzione di Michele Di Carlo, esperto food&wine di Slow Food, che ha ideato delle "variazioni sul tema" per creare una bevanda alcolica che rappresentasse la regione, e ne contenesse i migliori ingredienti caratterizzanti e soprattutto unici.

Il Puglia Colada, infatti, è composto da frullato di pesche, latte di mandorla, rum bianco e vincotto. Per farlo perfetto c'è bisogno che l'alcool non si senta eccessivamente, lasciando spazio invece alle sensazioni rilasciate da latte di mandorle e pesche. Per questo va bevuto sempre bello freddo.

    Ecco la ricetta e le dosi per il Puglia Colada:

  • 6 parti di rum
  • 3 parti di latte di mandorla
  • 2 parti di Vincotto Primitiv0 Balsamico
  • 9 parti di frullato di percoche/pesche
  • 3 cubetti di ghiaccio

Raccomandazioni per le pesche: bisogna prima bagnarle con il succo di limone per evitare che cambino colore, e quando si frullano usare la massima velocità per creare più una mousse di un frullato.

Sicuramente molti di voi si staranno chiedendo cosa sia il Vincotto Primitiv0 Balsamico: il vincotto è un blend tra mosto d’uva cotto e vino Primitivo, fatti ridurre insieme fino ad ottenere una sorta di glassa-riduzione, ricca di polifenoli e antiossidanti. La versione balsamica è prodotta da un primitivo invecchiato 2 anni e a sua volta il vincotto è fatto invecchiare per almeno 6 mesi. Non è difficilissimo da trovare, e sinceramente vi sconsiglio di usare le glasse in commercio nella grande distribuzione, in quanto troppo zuccherose, che potrebbero rovinare il cocktail.

Un cocktail di impatto e soprattutto decisamente originale.

Foto | Terre Apuliae

  • shares
  • Mail