Verdure sottovetro, la recensione del libro che insegna a conservare sott'olio e sott'aceto

Cinzia Gambassi insegna metodi e segreti della nonna per conservare gli ortaggi tutto l’anno.

Verdure sottovetro, la recensione del libro che insegna a conservare sott'olio e sott'acetoVerdure sottovetro è un manuale di Cinzia Gambassi pubblicato dalle edizioni Vallardi che, come spiega il sottotitolo che troviamo in copertina, insegna “metodi e segreti della nonna per conservare gli ortaggi tutto l’anno”.

Verdure sottovetro (come Marmellandia) nasce dall’esperienza viva dell’autrice che, fin dall’infanzia ha avuto a che fare con la conservazione degli alimenti secondo la più genuina tradizione italiana. Il manuale si presenta con una struttura classica che aiuta moltissimo nel trovare facilmente quello che occorre.

Dopo una parte introduttiva con le verdure per ogni stagione, si passa a un approfondimento sulle principali verdure, mettendo in risalto anche alcune curiosità sulle stesse. Seguono le indicazioni pratiche e le ricette per la conservazione, organizzate in tre sezioni: le verdure sott’olio o sottaceto, le giardiniere e i chutney, gli aceti e gli olii aromatici.

Per quel che riguarda gli aspetti pratici, credo che sia molto utile questo decalogo con suggerimenti e indicazioni per conservare al meglio le verdure sottovetro.


  • La verdura che utilizzerete per la conservazione deve essere in condizioni perfette, al punto giusto di maturazione.

  • Servitevi solo di verdure di stagione, perché più saporite e certamente migliori delle primizie, oltre che più convenienti.

  • Evitate, per quanto possibile, di tenere la verdura in frigorifero prima di adoperarla, per non alterarne il sapore.

  • Se raccogliere i prodotti dal vostro orto, fate attenzione che non siano stati trattati o irrorati di recente con anticrittogamici o antiparassitari. Se acquistate le verdure al mercato, cercate un fornitore di fiducia o rivolgetevi direttamente al produttore.

  • Raccomandiamo una pulitura attenta e un lavaggio scrupoloso, a bagno in acqua fredda e aceto per cinque minuti, e, in ultimo, un’asciugatura accurata.

  • La preparazione delle verdure già lavate deve avvenire in giornata, quando il prodotto è ancora fresco.

  • Immergete le verdure solo in acqua in ebollizione, perché non perdano il loro colore naturale, e cuocetele sempre con la pentola scoperta.

  • Per la cottura delle verdure, sia in acqua sia in aceto, calcolate un cucchiaino di sale ogni litro di liquido (salvo diversa indicazione nella ricetta).

  • La cottura delle verdure deve avvenire a temperatura uniforme, senza sbalzi di calore.

  • Per evitare che il prodotto si alteri, non usate mai utensili di ferro o di acciaio per la manipolazione delle verdure, ma solo mestoli di legno.

Adesso però vi devo lasciare perché vado a preparare le melanzane alla menta con le indicazioni di Cinzia Gambassi. E, come suggerisce l’autrice stessa, vi aggiungo anche qualche cappero per un gusto più deciso!

Cinzia Gambassi
Verdure sottovetro
Vallardi, 2013
pp. 308, euro 12,00

  • shares
  • Mail