Salumi: le Coppiette di Bassiano

coppiette di bassiano
Il nome coppiette si pensa derivi o dalla tecnica di preparazione di questa carne secca, che le vuole piegate in coppia su di un filo posto davanti ad un fuoco per l'essiccazione o, da come venivano vendute, cioè legate due a due con uno spago rosso e con una nocciola a dividerle nel mezzo. Anticamente prodotte con carne di cavallo, oggi si è passati ad utilizzare la carne magra di suino.

Le carni alla fine di questa fase devono risultare completamente prive di ogni traccia di grasso, successivamente vengono tagliate in listarelle sottili di circa 15 - 20 centimentri di lunghezza e condite con un mix spezie e vino rosso e lasciate a marinare per almeno 48 ore, dopo la fase di marinatura arriva quella dell'essiccazione che dura dai 2 ai 3 giorni se poste davanti ad un fuoco acceso, impiegano di più se essiccate all'aria, un mese nel caso di quelle di Bassiano.

Le coppiette sono un prodotto tipico della Ciociaria e di tutti i Castelli Romani, normalmente tagliate con apposite lame. La particolarità delle coppiette di questo paesino dei monti Lepini risiede nella qualità delle carni utilizzate e nella lavorazione completamente artigianale che prevede il taglio a mano. Questo prodotto nasce dall'esigenza dei pastori di portare con sè la carne durante la transumanza. Successivamente vennero utilizzate dagli osti delle fraschette come stuzzichino da accompagnare al bicchiere di vino.

Foto | Alessia

  • shares
  • Mail