Letture: Alfiere del Prosecco

concorso afiere del proseccoDopo il cavaliere del Sassicaia, ambasciatori vari, tra cui quello dello champagne, eccoci giunti al concorso promosso dall'azienda Carpenè Malvolti in associazione con l'AIS, alfiere del Prosecco. Abbiamo più volte parlato di questo prodotto dalla versatilità straordinaria, ricordando recentemente il furto d'immagine che sta subendo da parte del Brasile ma anche dell'Australia per imitarne il successo di mercato.

Il concorso cerca di promuovere l'immagine del prosecco per mezzo di giovani sommelier che non abbiano raggiunto i 30 anni. La premiazione sarà in concomitanza con Cantine aperte, manifestazione promossa dal Turismo del Vino. Il vincitore della prima edizione del Gran Premio Alfiere del Prosecco si aggiudicherà non solo un premio in denaro, ma anche la possibilità di rappresentare le bollicine del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG Carpenè Malvolti per un anno intero in eventi istituzionali selezionati.

A fare la differenza rispetto ad altri concorsi sarà una prova che misura le capacità comunicative dei candidati, oltre a una degustazione organolettica di vini anonimi, un abbinamento cibo-vino, una prova di servizio e la correzione di una carta dei vini. L'unica cosa difficile da capire è come ci si candida per partecipare alle selezioni.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail