Come fare le prugne sciroppate in casa

Ecco come preparare facilmente in casa le prugne sciroppate: scoprirete che non è affatto difficile e che richiede pochissimo tempo

Come fare le prugne sciroppate in casa

In pieno periodo di produzione di conserve casalinghe potevo io non dedicarmi alla preparazione delle prugne sciroppate in casa? Assolutamente no, quindi complice il fatto di averne ricevute in dono una discreta quantità di provenienza certa e dal sapore delizioso, mi sono dedicata all'impresa, a dire la verità neanche così tanto impegnativa.

Come fare le prugne sciroppate in casa? Niente di più semplice, ma operazione fondamentale consisterà nel lavare accuratamente le prugne ed asciugarle alla perfezione prima di tagliarle in due ed eliminare il nocciolo all'interno. A questo punto potrete disporle negli appositi vasetti di vetro, rigorosamente sterilizzati, e coprirle con lo sciroppo appena preparato. Una volta pronte potrete utilizzarle, così come le pesche sciroppate, in una miriade di modi: per preparare torte, farcire crostate, arricchire composte di frutta o gelati, o semplicemente gustandole con un ciuffo di panna montata, a voi la scelta. Un consiglio: utilizzate per la conserva dei vasetti di vetro dall'apertura larga in modo che risulti agevole poi prelevare la frutta.

Ingredienti


2 kg di prugne
1 lt di acqua
70 gr di zucchero circa

Procedimento

Lavare accuratamente le prugne ed asciugarle completamente. Tagliarle in due ed eliminare il nocciolo, quindi disporle nei vasetti sterilizzati con il lato del taglio verso il basso. Una volta riempiti i vasetti preparare lo sciroppo facendo bollire insieme l'acqua e lo zucchero fino al completo scioglimento di quest'ultimo. Appena pronto, ancora caldo, versarlo sulle prugne ed aspettare circa mezz'ora, quindi chiudere i vasetti e procedere alla loro bollitura in acqua calda.

Foto | Sonja Pieper

  • shares
  • Mail