Cosa mangiare in autunno per vivere al meglio il cambio di stagione

Arriva l’autunno e stanchezza, stress, malinconia e sbalzi d’umore potrebbero essere dietro l’angolo. Possiamo vivere al meglio il cambio di stagione curando in particolare l’alimentazione. Ecco alcuni consigli.

Cosa mangiare in autunno per vivere al meglio il cambio di stagione

Con il cambio di stagione arrivano solitamente cambi anche per il nostro organismo. Anche se il nostro corpo non guarda certamente al calendario per sapere se stiamo in una stagione o in un’altra è pur vero che quando ci troviamo in passaggi come quelli del cambio stagione – soprattutto dall’estate all’autunno – potremmo provare stanchezza, stress, sbalzi d’umore e malinconia. Per questo è importante un’alimentazione sana che favorisca il corretto ripristino degli equilibri psicofisici.

In linea generale è consigliabile privilegiare frutta e verdura di stagione che costituiscono un ottimo aiuto per vivere al meglio la nuova stagione che si sta aprendo. Vediamo cosa non dovrebbe mai mancare sulle nostre tavole in questo periodo.

Verdure da preferire in autunno


Cosa mangiare in autunno per vivere al meglio il cambio di stagione

Per vivere al meglio il cambio di stagione sarebbe bene nutrirsi con le seguenti verdure:


  • legumi: ottimi regolatori intestinali per via del contenuto di fibre, forniscono molta energia e sono proteici, ricchi di carboidrati e amidi;
  • radicchio: è indicato soprattutto per chi soffre di artrite e reumatismi, ha proprietà depurative e diuretiche. Il radicchio è ricco di fibre, sali minerali e vitamine A, B2 e C;
  • verdure a foglie verdi, vale a dire spinaci, bietole e verze, rappresentano un vero serbatoio di vitamine (A, C, E, K e B5); svolgono un’azione anti età e, soprattutto gli spinaci, proteggono gli occhi dalle radiazioni solari;
  • zucche: sono ricche di betacarotene, hanno proprietà antitumorali e aiutano a proteggere il sistema circolatorio; contengono vitamina A, B, C minerali come calcio, sodio, potassio, fosforo, rame, magnesio, ferro, selenio, manganese e zinco.

La frutta che non deve mancare sulle tavole autunnali


Cosa mangiare in autunno per vivere al meglio il cambio di stagione

Diamo ora uno sguardo alla frutta da mangiare in autunno per stare bene a partire dalla tavola:


  • arance e mandarini: ricchi di vitamina C sono ottimi per combattere i malanni di stagione; inoltre stimolano la pelle a rimanere elastica e giovane;

  • cachi: sono frutti molto preziosi per le loro proprietà drenanti e diuretiche. Se volete approfondire, vi consiglio di leggere la nostra scheda sui cachi e sulle loro proprietà;

  • mele: sono frutti poveri di zuccheri e grassi ma ricchi di pectina, il che contribuisce a tenere sotto controllo il tasso glicemico del sangue. Le mele hanno molte proprietà benefiche, in quanto contengono sali minerali, vitamina B1, B2 e C;

  • pere: sono ricche di minerali quali potassio, fosforo, calcio e magnesio. Contenendo zuccheri semplici si può consumare anche nella dieta, inoltre, avendo un alto contenuto di fibra, è un naturale aiuto per l’intestino;

  • uva: ricca di ferro, calcio, fosforo, vitamina A, C, P, B6 ed ha anche proprietà antiossidanti e anticancro (attenzione a non esagerare se avete problemi di peso)

Foto | DeAbyDay

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail