La ricetta della zucca in pastella e i consigli per una frittura leggera

La zucca fritta in pastella rappresenta una maniera alternativa per preparare la zucca fritta: ecco come procedere per ottenere una frittura impeccabile

La ricetta della zucca in pastella e i consigli per una frittura leggera

Una maniera sfiziosa per preparare la zucca è quella di friggerla in pastella. Probabilmente non si tratterà di un piatto tanto salutare (per via della frittura) ma quanto è buona! La zucca fritta in generale è ottima, ma utilizzare la pastella le regala decisamente una marcia in più. Oltretutto si tratta di una ricetta abbastanza veloce per uno sfizio da portare in tavola per soddisfare tutti i commensali.

Per quanto riguarda la pastella preferisco di gran lunga quella fatta di sole farina e acqua, anche se amo allo stesso modo quella preparata con la birra, particolarmente indicata per verdure e pesce. Tendo a non mettere le uova in genere, sia per una questione di leggerezza che per motivi di sapore. I consigli per una frittura leggera? Innanzitutto asciugate bene i pezzi di zucca prima di passarli nella pastella per evitare la presenza di troppa acqua ed evitate di salarla all'interno della pentola. Utilizzate olio abbondante, meglio di arachidi, sinceratevi che abbia raggiunto la giusta temperatura immergendo un piccolo pezzo di pane e cuocete pochi pezzi per volta. Ecco la ricetta della zucca in pastella.

Ingredienti


1 kg di zucca
acqua qb
farina qb
sale e pepe
olio di arachidi per la frittura

Procedimento


Pulire la zucca: sbucciarla ed eliminare i semi, quindi tagliarla in pezzi rettangolari più o meno della stessa dimensione. Adesso preparare la pastella: versare in una ciotola della farina ed unire tanta acqua quanto basta per ottenere un composto omogeneo e denso. Fare riposare circa 15 minuti. Adesso mettere abbondante olio a scaldare in una pentola capiente. Passare la zucca nella pastella avendo cura di ricoprirla bene quindi trasferirne pochi pezzi per volta in padella, fin quando risulta cotta e dorata. Scolarla su carta assorbente e salare e pepare.

Foto | Takashi Hososhima

  • shares
  • Mail