Ecco la ricetta del macco di fave secche

Preparazione tipica siciliana appartenente alla cucina povera, il macco di fave è una crema semplice ma gustosa, ecco come realizzarla in casa

Ecco la ricetta del macco di fave secche

Il macco di fave secche altro non è che una crema ottenuta dalla cottura delle fave, tipica pietanza di origine siciliana, prevalentemente della zona dell'agrigentino, anche se diffusamente preparata in tutta l'isola. Si tratta di un piatto appartenente alla cucina povera in cui i due soli ingredienti utilizzati sono le fave secche, appunto, ed una cipolla. Accompagnato solitamente dalle biete, o coste, come vengono soprannominate sull'isola. Il suo unico condimento è un filo di buon olio di oliva o al massimo del finocchietto selvatico.

Il macco di fave si presta all'occorrenza a diventare un cremoso condimento per la pasta dando vita ad un primo piatto molto apprezzato, pur nella sua semplicità. Sullo stesso genere vi consiglio il macco di San Giuseppe a base di castagne e legumi vari.

Ingredienti


400 gr di fave secche private della buccia
1 cipolla
olio extravergine d’oliva
pepe nero macinato fresco
finocchietto selvatico a piacere

Procedimento


La sera precedente mettere le fave a bagno in acqua fredda. Il giorno successivo versare le fave scolate in una pentola insieme alla cipolla a pezzi e al finocchietto, se lo usate. Accendere la fiamma e cuocere il tutto per circa 2 ore. Durante questo tempo dovrete avere cura di rimestare di tanto in tanto il composto e di schiacciare man mano le fave con un cucchiaio di legno. Servire il macco ben caldo, irrorato con un filo di olio ed accompagnatelo a piacere con delle biete lesse.

Foto | Leslie Seaton

  • shares
  • Mail