L'agnello brodettato con la ricetta alla romana

Secondo piatto ricco e gustoso, appartenente alla tradizione pasquale romana, ecco come si prepara l'agnello brodettato

L'agnello brodettato con la ricetta alla romana

Quella di oggi è una ricetta decisamente particolare, non tanto per gli ingredienti utilizzati, tutti comuni, ma per il loro abbinamento in questo piatto. L'agnello brodettato è un piatto appartenente alla cucina romana, preparato maggiormente durante il giorno di Pasqua e servito in occasione del pranzo, in alternativa al capretto.

Si presenta come un secondo di carne ricco, adatto alle grandi occasioni e la sua particolarità consiste nell'essere condito con una salsa a base di tuorli, succo di limone ed erbe varie, prezzemolo e maggiorana. Ecco la ricetta romana, proveniente da quì.

Ingredienti

1 kg di agnello (o capretto) a pezzi
50 gr di prosciutto crudo a dadini
1/2 cipolla tritata
5-6 cucchiai di olio extra vergine d'oliva
1 cucchiaio di farina
1/2 bicchiere di vino bianco
sale e pepe
3 tuorli d'uovo
1 limone spremuto
trito di prezzemolo e maggiorana

Procedimento

Versare dell'olio in una padella, unire la cipolla, farla rosolare, poi il prosciutto ed infine i pezzi di carne. Rosolare il tutto a fuoco non troppo alto e regolare di sale e pepe. Spolverare sopra la carne la farina. Mescolare con cura e delicatezza e bagnare con il vino bianco. Farlo evaporare, quindi versare tanta acqua quanta ne basta per coprire la carne. Mettere il coperchio e cuocere a fuoco moderato fino a completare la cottura. Si dovrà ottenere una salsa abbastanza densa. A pochi minuti da fine cottura unire i tuorli sbattuti a parte con il succo di limone ed il trito di erbe. Togliere subito dal fornello e mescolare delicatamente. Servire caldo.

Foto | stu_spivack

  • shares
  • Mail