La ricetta perfetta: la galantina della vita

Il cronista locale di una sperduta provincia nel nord della Svezia è liquidato dal grande giornale a cui per anni ha inviato i suoi articoli, popolando di personaggi e fatti inventati una regione desolata di foreste e acquitrini.

Cinquantatré anni dopo, ultracentenario sopravvissuto alla sua vecchiaia, l’indomito autore riprende la penna per concludere la cronaca, bruscamente interrotta, dell’arrivo al villaggio di due nuovi abitanti e dei loro sorprendenti vagabondaggi in motocicletta.

Ma quale appassionata ricerca spinge Robert Maser, profugo tedesco di sospetta identità, e Lars Högström, il nuovo maestro elementare felicemente immune dall’imperante tubercolosi, amici per amore della musica, uniti in estemporanei duetti canori, a inforcare la loro fida Diamant e a visitare ogni podere, ogni casolare sulle impervie strade del Västerbotten?

È nella pölsa che i due pellegrini gastronomi hanno trovato la loro pietra filosofale, il sacro Graal del loro viaggio iniziatico.

Da quando la loro coscienza si è risvegliata all’assaggio di quella prodigiosa specialità culinaria a metà tra la trippa e la galantina, cucinata con ingredienti e formule segrete in tante varianti “quanti sono gli esseri umani”, la loro vita ha trovato un punto fermo nella realtà effimera e contingente: cercare la ricetta perfetta, la pölsa sublime.

La Ricetta Perfetta
di Torgny Lindgren
Iperborea, pp. 223, euro 13,50

  • shares
  • Mail