Come fare i brigidini con la ricetta originale toscana

Particolari biscotti di origine toscana, i brigidini di Lamporecchio si presentano come delle ostie grandi e croccanti. Assolutamente da provare

I brigidini, per chi non li conoscesse già, sono dei biscotti tipici toscani, nello specifico di Lamporecchio, un comune in provincia di Pistoia. Sono facilmente reperibili nella zona e presenza fissa durante fiere e sagre del luogo. Si presentano come delle cialde grandi e sottili di un colore che vira al dorato. Si preparano con ingredienti comuni, tra i quali spicca l'anice, che contribuisce a donare l'aroma tipico.

Il loro nome, così particolare, deriverebbe dalle suore devote di Santa Brigida, che li avrebbero realizzati per la prima volta, sulla base delle ostie alla cui preparazione erano preposte. Non a caso i brigidini le ricordano molto, almeno all'apparenza. Irresistibili per via della loro croccantezza, i brigidini possono essere preparati in casa con questa ricetta originale toscana, proveniente da quì.

Ingredienti


1 tazza di farina per torte 00
2/3 di tazza di zucchero
3 uova
1 cucchiaio di semi di anice
1 pizzico di sale
1 pizzico di estratto di vaniglia
Uno stampo per brigidino o un ferro con piatti piani

Preparazione


Versare le uova in una ciotola e lavorarle fino a quando non assumono un aspetto spumoso. Unire quindi lo zucchero e l'anice e mescolare ancora, aggiungendo, man mano, la farina setacciata, il sale e la vaniglia. Si dovrà ottenere un composto omogeneo e liscio. Riscaldare lo stampo apposito per la cottura dei brigidini (o in alternativa i piatti molto caldi) e versare un cucchiaio di composto su uno di essi, unire l'altro piatto bollente e aspettare finchè il brigidino sia pronto, dovrà risultare croccante.

Foto | Elena Torre

  • shares
  • Mail