La spongata di Sarzana, ecco la ricetta del dolce tradizionale

Dolce ricco, irresistibile e che profuma di Natale: la spongata di Sarzana è tutto questo. Scoprite come si prepara

La spongata di Sarzana, ecco la ricetta del dolce tradizionale

La spongata è un dolce tipico di alcune zone tra Emilia Romagna e Liguria. Ciò che accomuna tutte le versioni è l'utilizzo, per la base, di una pasta simile alla brisè, e di un ripieno ricco a base di marmellata e frutta secca. La spongata di Sarzana, in particolare, è un dolce di antica tradizione. Il suo guscio croccante nasconde all'interno una preziosa farcia ricca di miele e di una grande varietà di frutta secca e canditi che lo rende particolarmente apprezzato durante le festività natalizie. Si tratta di un dolce unico nel suo genere.

Diverse sono le ipotesi sulla sua origine, la più accreditata comunque vorrebbe che sia stata introdotta dai romani. Il nome spongata deriverebbe appunto dal termine latino spongia, che significa spugna. Ecco la ricetta, proveniente da quì.

Ingredienti

400 gr di farina
180 gr di burro
150 gr di zucchero
1 uovo intero e 1 tuorlo
vino bianco qb

50 gr di nocciole
100 gr di mandorle in polvere
30 gr di cedro candito
50 gr di arancia candita
60 gr di noci
50 gr di pinoli
70 gr di uvetta
30 gr di pane biscottato
300 gr di miele
1 tazzina di vino bianco
3 cucchiai di Cognac
noce moscata
cannella in polvere
2 cucchiaiate di marmellata di mele cotogne

Procedimento

Iniziare la preparazione dal ripieno: tritare in maniera grossolana tutta la frutta, secca e candita. Mettere l'uvetta a bagno nel Cognac. Versare il miele in un pentolino e scaldarlo leggermente. Una volta raggiunta una consistenza fluida unire la frutta secca, i canditi, la farina di mandorle, il pane, l'uvetta strizzata insieme al cognac, le spezie ed il vino. Mescolare bene il tutto e fare riposare al coperto per 24 ore. Preparare la pasta seguendo il procedimento della comune pasta frolla e foderare una teglia tonda imburrata ed infarinata con poco più di metà dose. Adesso spalmare sul fondo la marmellata di mele cotogne e coprire con il composto di miele. Livellare bene e coprire con la pasta restante stesa. Sigillare bene i bordi e bucherellare la superficie con i rebbi di una forchetta. Cuocere in forno caldo a 180 °C per circa tre quarti d'ora. Spolverare di zucchero a velo e servire.

Foto | Robert Couse-Baker

  • shares
  • Mail