Ecco la ricetta dei crostini di beccaccia per un antipasto gustoso

Un antipasto unico nel segno della tradizione della cacciagione

La cucina toscana fa molto uso di interiora (vedi i fegatini di pollo) e di selvaggina, così è da questa regione che rubiamo l’idea per un antipasto unico e saporito, che pur essendo un piatto contadino (o meglio, un piatto del cacciatore) certamente fuori dal territorio passerà per una preparazione molto originale: i crostini di beccaccia. Certo, non sarà facilissimo procurarsi questi uccelletti che proprio nel mese di novembre raggiungono la maturità e quindi il punto massimo di sapidità, ma con un po’ d’impegno potete farcela. Il mio consiglio, una volta terminato di eseguire le indicazioni della nostra ricetta, è aggiungere sui crostini delle fettine di tartufo nero prima di servire.

Ingredienti


  • Le interiora di 2 beccacce
  • 1 cipolla
  • 2 acciughe
  • la scorza di 1 limone
  • 1 goccio di cognac
  • sale e pepe q.b.
  • fette di pane toscano tostate e imburrate
  • Procedimento


    Tritate finemente le interiora delle beccacce comprensive di fegati e ventrigli, unite la cipolla, le acciughe e la buccia di limone. Aggiustate di sale e di pepe, aromatizzate con il cognac e mettete tutto a cuocere in un tegamino con poco burro. Fate saltare per qualche minuto, poi, una volta ben cotte le interiora e ottenuta una specie di crema, spalmatela su crostini di pane già tostati e imburrati con del burro salato. Serviteli caldi.

    Foto | opacity

    • shares
    • Mail