La crescia sfogliata con la ricetta tipica di Urbino

Tutti conosciamo la piadina romagnola, ma quanti di voi conoscono la buonissima crescia sfogliata di Urbino? Si tratta di una ghiotta variante della piadina, da farcire con affettati, formaggi ed erbe cotte.

crescia sfogliata di Urbino

La crescia sfogliata di Urbino è una classica ricetta delle Marche, che ha origini molto lontane: si dice che i duchi del Montefeltro ne fossero grandi consumatori e, anzi, che la piadina romagnola, ben più famosa, derivi proprio da quella marchigiana. La piadina romagnola, infatti, sarebbe la versione povera, a base di acqua e farina, di quella di Urbino, composta invece da uova, pepe, strutto, ingredienti più ricchi e ricercati.

La crescia sfogliata è una piadina dal gusto decisamente più ricco, che si farcisce con salumi, formaggi, come ad esempio la buonissima Casciotta di Urbino, ma anche salsiccia, stracchino, rucola e, soprattutto, erbe di campo o spinaci cotti in padella. Buonissima anche la versione al cioccolato: come la piadina alla Nutella è un dolce al quale non si può dire di no.

Ecco allora come si prepara la crescia sfogliata di Urbino.

Ingredienti della crescia sfogliata di Urbino


    400 grammi di farina
    2 uova
    50 grammi di lievito di birra
    100 cc di latte
    sale
    pepe
    strutto

Preparazione della crescia sfogliata di Urbino

Sbriciolate il lievito di birra e scioglietelo nel latte tiepido, non troppo caldo e non troppo freddo.

Unite la farina, il sale e il pepe, mescolate con cura e unite poi le uova.

Aggiungete a questo punto il lievito di birra sciolto e una noce di strutto.

Lavorate con cura l'impasto per renderlo omogeneo: formate una palla che dovrà lievitare per un paio d'ore. Deve raddoppiare di volume.

Mettete della farina su una spianatoia di legno, rovesciate l'impasto e stendete la pasta con il mattarello. La sfoglia deve essere tirata in maniera sottile e non molto larga. Girate la pasta arrotolandola sul mattarello.

Quando la pasta è trasparente, prendete il resto dello strutto e mettetene una punta sulla dita della mano, massaggiando la sfoglia.

Arrotolate la sfoglia e tagliatela per la lunghezza: con i rotolini di pasta create delle chiocciole strette, che dovranno riposare per 20 minuti.

Spianate adesso le cresce con il mattarello. Fate riposare per altri 20 minuti e cuocete la piadina sul testo (tipica padella per cuocere le piadine) per pochi minuti per parte.

Foto | da Pinterest di Giulia da Urbino

Via | Cucinaitalianadicasa

  • shares
  • Mail