Ecco la torta mantovana di Prato con la ricetta tradizionale

Un dolce della tradizione toscana a base di frutta secca

Si chiama ‘mantovana’ ma è una ricetta tutta toscana quella di questa ottima torta a base di frutta secca tipica della zona di Prato. Qui, infatti, esattamente come a Mantova, dominarono in tempi antichi i Longobardi, da cui pare derivi il nome. Ma c’è anche una leggenda sulla torta mantovana di Prato: si dice che questa ricetta l’avesse lasciata alla corte dei Medici Isabella d’Este che nel 1490 – a soli 19 anni – andò in sposa a Francesco Gonzaga, marchese di Mantova, aggiudicandosi, quindi, il soprannome ‘mantovana’.

Ingredienti


  • 250 g di farina
  • 200 g di burro
  • 250 g di zucchero
  • 4 tuorli e 2 uova intere
  • 1 pizzico di vanillina
  • la scorza grattugiata di 1 arancia
  • 80 g di mandorle dolci sbucciate e tostate
  • 20 g di pinoli
  • Procedimento


    Battete per bene le due uova intere e poi aggiungete uno per uno i tuorli, quindi lo zucchero, piano piano la farina e alla fine il burro che avrete fatto sciogliere a bagnomaria profumato con la vanillina e la scorza d’arancia. Lavorate energicamente l’impasto, poi versatelo in una teglia che avrete imburrato, infarinato e in cui avrete cosparso il fondo di zucchero a velo; sulla superficie, invece fate uno strato di mandorle e pinoli tostati e tritati insieme (alcuni aggiungono anche le nocciole, ripartendo in parti uguali) e infornate 180° per circa un’ora. Occhio a non sfornarla prima del tempo: essendo una torta che non richiede il lievito deve essere bene asciutta, e comunque è sempre preferibile prepararla il giorno prima di servirla per farla riposare un po’.

    Foto | Sara Gambarelli

    • shares
    • Mail