Primi alternativi: palline di ricotta al salmone


Evviva la cucina siciliana che ha ‘sdoganato’ il connubio pesce-formaggio! Penso alla favolosa pasta con le sarde, in cui ci vuole un’abbondante spolverata di pecorino e a tante specialità altrettanto succulente… così ecco una ricetta che invece unisce ricotta e salmone, ma non nella solita, seppur buonissima, torta rustica, ma in un primo piatto certamente alternativo non trattandosi di pasta e dal sapore delicato e deciso insieme. Da provare, soprattutto per le dosi: io faccio a occhio.

Cosa vi occorre: ricotta vaccina, 1-2 uova, noce moscata, parmigiano grattugiato, basilico, burro, salmone affumicato, pepe verde macinato di fresco, sale q.b.

Come si preparano: impastate la ricotta con l’uovo sbattuto, una bella grattata di noce moscata, il parmigiano e tante foglioline di basilico tritato. L’impasto deve venire abbastanza solido da formare delle palline che andranno tuffate nell’acqua bollente, quindi occhio alla proporzione tra uova e ricotta. Eventualmente il composto venisse troppo liquido, potreste risolvere con qualche cucchiaiata di farina. Ricavate dall’impasto delle palline grandi più o meno come degli gnocchi e tuffatele in abbondante acqua salata portata a ebollizione per non oltre un minuto. Condite queste palline con un ‘sughetto’ preparato in precedenza facendo rosolare il salmone a tocchetti nel burro con una generosa macinata di pepe verde.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail