Il purè di patate dolci (o americane) e panna di cocco per un contorno vegano

Il dolce delle patate americane e della panna di cocco per un contorno salato? Certo! Ed è squisito!

Il purè di patate dolci (o americane) e panna di cocco per un contorno vegano

Le patate dolci – note anche come patate americane o batate – sono delle radici commestibili dal sapore dolciastro. Anche se si chiamano patate (dolci o americane che siano) in comune con la patata classica che tutti conosciamo hanno ben poco. Si trovano normalmente nei mercati italiani, anche perché in Italia si tratta di un prodotto agroalimentare tradizionale che vanta alcune varietà (in Puglia troviamo la patata dell'agro leccese, patata dolce, patata zuccherina, patana, tartufulu; in Veneto c’è patata americana di Anguillara e Stroppare e la patata americana di Zero Branco).

Dolce sì, ma non dolcissima tanto che si può usare benissimo anche nei contorni salati, come questo del purè di patate dolci (o americane) e panna di cocco. Certo, a qualcuno può far storcere il naso il fatto che si consideri salato un piatto in cui c’è la patata dolce e la panna di cocco (in pratica è la parte solida del latte di cocco: per ottenerla, acquistate una lattina di latte di cocco e lasciatela in frigorifero per un paio di giorni, quando la aprirete troverete una parte liquida e una solida; quest’ultima è, appunto, la panna di cocco) però credetemi: il purè che otterrete è veramente buono e farà un figurone sulle vostre tavole.

Ingredienti

500 g di patate americane
200 g di patate
2 cucchiai di panna di cocco
olio extravergine di oliva
sale
pepe

Preparazione

Pulite e sbucciate entrambi i tipi di patata, tagliatele a tocchetti non troppo piccoli e metteteli a cuocere nella pentola pressione con un bicchiere d’acqua: fate cuocere per venti minuti dall’inizio del sibilo del vapore. Se non avete la pentola a pressione, fate bollire normalmente, tenendo presente che i tempi di cottura dei due tipi di patata possono variare. Se volete, potete provare anche a cuocerle al vapore, ma i tempi saranno molto lunghi per via della particolare durezza delle patate americane.

Una volta cotte le patate, frullatele con il minipimer (o schiacciatele con l’apposito strumento), quindi unite la panna di cocco, l’olio, il sale e il pepe e amalgamate per bene su fiamma bassa. Se avete mantenuto per diverso tempo il latte di cocco in frigorifero, la panna può essere più dura: per scioglierla è sufficiente far stare un po' più il purè sul fuoco, avendo l'accortezza di girare per evitare che si bruci.

Servite il puré caldo. Se lo lasciate raffreddare diventa molto compatto e, nel caso vi piaccia più liquido, aggiungete un po’ di acqua calda e mescolate energicamente per ammorbidirlo.

Il mio consiglio è di provare prima di presentarlo in tavola, soprattutto per regolarvi in base alla quantità di panna di cocco che più vi piace.

Via | Veganblog
Foto | Jorge Royan (Own work) [CC-BY-SA-3.0], via Wikimedia Commons

  • shares
  • Mail