La ricetta del torrone duro con mandorle e nocciole

Dopo pandoro e panettone ecco il terzo dolce che non può mancare sulla tavola delle Feste

L’hanno inventato a Cremona e forse tra tutti i dolci natalizi il torrone duro è quello che stenta di più ad affermarsi. Per i miei gusti è troppo dolce, ma prepararlo in casa è sicuramente un’arte, data la delicatezza di ogni passaggio della sua ricetta tradizionale che oggi vi forniamo, perché comunque almeno una volta nella vita va provato, e allora perché non questa volta?

Ingredienti


  • 60 g di mandorle
  • 60 g di nocciole
  • 250 g di zucchero
  • 100 g di miele millefiori
  • 1 dl di glucosio da cucina
  • 2 albumi d’uovo
  • 2 gocce d’essenza di vaniglia
  • 60 g di burro a temperatura ambiente
  • sale q.b.
  • Procedimento


    Tritate le mandorle e le nocciole, quindi tostatele in un pentolino, ma senza farle abbrustolire troppo. Intanto sciogliete sul fuoco il miele con lo zucchero, il glucosio, un po’ d’acqua e un pizzico di sale mescolando di continuo. Montate a neve ferma gli albumi, poi versateci a filo lo sciroppo incorporando per 5 minuti, poi rimettete tutto sul fuoco per altri 2 minuti continuando a montare con la frusta a mano. Unite l’essenza di vaniglia, il burro e la fritta secca tostata, amalgamate bene. Tagliate un foglio di carta da forno che spennellerete con del burro, quindi versatevi sopra il composto dandogli la forma del torrone e arrotolatelo su se stesso. Raffreddate in frigo per almeno un’ora, poi servitelo tagliato a fette.

    Foto | Accidental Edonist

    • shares
    • Mail