Gli gnocchi di pane raffermo per non buttare via gli avanzi

In tempi di crisi di gettare il cibo proprio non ci va, e poi guardate che manicaretti ne possono venire fuori…

Gli gnocchi di pane raffermo sono certamente una ricetta low cost e ‘da recupero’ di quello che abbiamo in frigo, ma anche un primo piatto gustoso da assaporare con gioia ogni volta che ci avanza un po’ di pane. Data la loro semplicità potete condirli in vari modi: non solo burro e salvia come vi suggeriamo noi, ma anche ricotta affumicata, speck e cipolla rosolati nel burro, oppure un ottimo ragù di carne o di verdure.

Ingredienti


  • 4 panini, meglio se un po’ vecchi


  • 30 g di burro


  • 1 uovo
  • 30 g di parmigiano grattugiato
  • qualche foglia di salvia
  • farina, latte e sale q.b.
  • Procedimento


    Riducete il pane a pezzetti e fatelo ammorbidire in una ciotola con poco latte per almeno un’ora, poi strizzatelo e unitelo all’uovo, alla farina e a un pizzico di sale. Formate con questo impasto degli gnocchi della misura desiderata e tuffateli nell’acqua bollente salata. Scolateli, conditeli con burro fuso e salvia e servite belli caldi.

    Foto | macespics

    • shares
    • Mail