Bake Off Italia: le ricette e gli errori dei concorrenti nella puntata del 13 dicembre 2013

La puntata del 13 dicembre di Bake Off Italia, talent show di Real Time condotto da Benedetta Parodi e incentrato sull'arte di creare dolci, è incentrata su due torte: la torta mimosa e la Red Velvet Cake.

Bake Off Italia

La puntata del 13 dicembre di Bake Off Italia, il talent show di Real Time dedicato all'arte della pasticceria, ci fa leccare i baffi. Protagoniste di questa serata, infatti, due torte buonissime, con le quali i concorrenti rimasti ancora in gara dovranno cimentarsi. Per la prima prova ecco comparire la Torta Mimosa, torta simbolo della Festa della Donna, mentre la parte tecnica ha visto i concorrenti cimentarsi con la mitica Red Velvet Cake, rivisitata e corretta come sempre d Knam.

Benedetta Parodi ha guidato i concorrenti rimasti in gara, Andrea, Elisa, Emanuele, Giorgio, Lucia, Madalina e Marilena, prima con la prova di creatività dedicata alla Torta Mimosa, poi con la prova tecnica, dedicata ad un classico della cucina internazionale come la Red Velvet Cake con decorazione. La versione di Knam ha messo a dura prova i concorrenti, che poi sono stati giudicati dal maestro e da Clelia D'Onofrio.

Presso lo studio, allestito nel giardino di Villa Arconati, i concorrenti hanno dovuto mettere in pratica creatività, precisione, competenza e dimostrare di essere bravi con i dolci. Com'è andata? Non tutto liscio come si potrebbe pensare. Anche perché i giudici sono rimasti delusi dai dolci preparati nella puntata del 6 dicembre, soprattutto da Elisa, troppo lenta. Non sono ammessi errori.

Prova creativa, la Torta Mimosa

La prima sfida è legata alla tradizione italiana. La torta mimosa sembra una torta semplice, ma bisogna fare attenzione ai quadratini esterni che devono essere perfetti, parola dello chef tedesco, dove la perfezione è l'unica risposta. Il pan di Spagna deve essere soffice e tagliato dritto, la crema morbida, delicata.

Andrea, giustamente, sottolinea come l'equilibrio dei sapori sia importante ed ha proprio ragione, perché tutto deve essere armonico. Per Elisa i problemi sono i tempi, anche perché c'è un'ora e mezza di tempo e, come sottolineato dalla regina del Cucchiaio d'Argento, basta essere creativi ed osare.

Lucia propone un'ottima crema al pistacchio, per una torta a forma di tronchetto e finalmente abbandona i coloranti. Emanuele propone il limoncello per la bagna e una crema pasticcera al limone, ma forse punta tutto sulla classicità della forma: e la fantasia dov'è?

Bella l'idea di Marilena che propone dei tartufi al posto della classica torta mimosa per simulare i fiori. Andrea osa con lo zafferano evitando il classico pan di Spagna alto, ma preferendo una pasta biscottata: un impasto che risulta però un po' gommoso.

Giorgio evita gli strati, ma svuota totalmente la torta e riempie con la crema di ananas, mossa non saggia per il poco tempo a disposizione: essendo troppo caldo non rimarrà abbastanza soffice e praticamente lui lo ha massacrato, parola di Knam. Maddalena fa una crema troppo liquida, a rischio uscita dalle cialde.

Prova tecnica, la Red Velvet Cake

La seconda sfida è legata alla tradizione internazionale. La Red Velvet Cake di Knam è, ovviamente, diversa da quella tradizionale. La rivisitazione della Red Velvet di Knam consiste in diverse piccole particolarità: deve essere decorata, lo spessore del pan di Spagna quando viene tagliato deve essere perfetto: devono essere uguali e gli strati di crema devono essere della stessa altezza di quelli della torta. La torta è più leggera grazie allo yogurt, visto che ha tanto burro. Anche i lamponi danno freschezza e leggerezza.

La difficoltà sta nella preparazione del pan di Spagna e nella montatura della crema: il primo deve essere soffice, la seconda deve essere della giusta consistenza. Il pan di Spagna deve anche raffreddare molto bene, altrimenti l'alternanza con la crema non sarà ottimale.

Molti concorrenti hanno avuto un problema comune: la torta ha cominciato ad uscire da tutte le parti in forno, solamente per Marilena le cose vanno bene, anche perché lei è un'esperta di questa torta e non ha avuto problemi di cottura (anche se effettivamente tutti hanno avuto problemi con i tempi di cottura). Infatti Lucia ricomincia da capo come Madalina, creando una torta più piccola.

Trovo davvero bellissimo che tutti i concorrenti, in un momento di panico come quello che ha colpito tutti questa sera, si siano dati una mano, con suggerimenti e interventi per cercare di porre rimedio alla catastrofe. Ed effettivamente è stata fatta una disfatta.

Il pan di Spagna di Marilena è un po' crudo, ma la presentazione è perfetta, mentre la torta di Emanuele esteticamente è un disastro, ma con il gusto ci si avvicina molto. L'aspetto della torta di Madalina piace ai giudici che premiano la genialità del recupero: una torta soave e soffice. La torta di Elisa assomiglia ad un tiramisù e si impasta leggermente, perché la torta è indietro di 5 minuti di cottura. La torta di Giorgio piace esteticamente, ma è sempre indietro di cottura. Anche la torta di Lucia è molto carina da vedere e non è stata cotta alla perfezione, mentre la crema è perfetta. Infine, Andrea viene apprezzato per la fantasia, perché la sua torta non c'entra niente, anche se la cottura della torta è perfetta e la crema è la più leggera.

La migliore, alla fine, è quella di Elisa, la peggiore quella di Lucia.

Eliminati e vincitori

Puntata con doppia eliminazione e un solo migliore della settimana. Alla fine delle due prove i giudici prendono una decisione: il miglior concorrente è Elisa, che ha convinto sia per la torta mimosa sia per la red velvet cake. I peggiori, invece, sono Marilena e Giorgio, Lucia salva in extremis forse proprio grazie alla sua torta mimosa.

  • shares
  • Mail