Ricette spaziali: il libro per imparare a cucinare con mamma e papà

A volte è difficile far mangiare i bambini: perché non provare, allora, a farli appassionare al cibo?

Ricette spaziali, di Maria Colli - Maria Grazia Mauri - Erica Verri A volte i bambini fanno i capricci dinanzi al cibo, soprattutto se si tratta di qualcosa di nuovo o di un piatto che a loro sembra strano o triste. Si tratta di problemi che chiunque abbia dei figli ha sperimentato almeno una volta. Nell’ottica di dare una mano ai genitori che hanno figli che non ne vogliono sapere di mangiare, Maria Colli, Maria Grazia Mauri ed Erica Verri hanno pubblicato il libro Ricette spaziali. Diventare cuochi galattici per preparare piatti semplici e sani con mamma e papà.

Attraverso l’uso di un escamotage, infatti, si prova a far riflettere i più piccoli sul cibo e sul suo sapore. Ovviamente, tutto in gioco, nulla di serio. L’escamotage è quello di un piccolo alieno che atterra in piazza Duomo a Milano e che viene trovato dal piccolo Tommaso. Insieme all’alieno c’è seguente biglietto:

Questo è un messaggio dal pianeta Crash. Davanti ai tuoi occhi c’è uno dei nostri bambini. Ti chiedo di prendertene cura. Il pianeta Crash sta morendo, non c’è più cibo, né acqua. L’unica speranza sei tu! Sarai capace di alimentarlo? Lo educherai a una sana alimentazione? Accetti la sfida?

Tommaso, quindi, deve fare in modo che l’alieno impari a mangiare cibi buoni e genuini. Il libro Ricette spaziali è organizzato come un diario: Tommaso racconta le avventure dell’alieno con il cibo e poi ci sono schede di approfondimento, ricette, consigli per affrontare alcune difficoltà relative al cibo. Il tutto è condito di colori, immagini e bellissimi disegni che rendono la lettura piacevole e facilitano l’apprendimento e l’apprezzamento del cibo. Piccoli episodi, nulla di trascendentale (come, per esempio, l’alieno che gusta tranquillamente un chicco d’uva e pare apprezzarne le varie caratteristiche che a un assaggio superficiale non si notano).

Scrive nell’introduzione il prof Giancarlo Biasini del Centro per la Salute del Bambino:

La conoscenza di nuovi cibi deve essere un arricchimento fisiologico nella vita del bambino, un’avventura attraente, una risposta a una domanda di novità, di colori, di profumi, di sapori di un bambino oramai cresciuto che si mette seduto e vuole stare a tavola come i suoi genitori e con i suoi genitori perché sta acquisendo per imitazione i loro modelli di vita [...] Non pappe scolorite, informi, inodori, ma i sapori e i colori che i genitori fanno propri.

Maria Colli - Maria Grazia Mauri - Erica Verri
Ricette spaziali.
Diventare cuochi galattici per preparare piatti semplici e sani con mamma e papà

Erickson, 2013
pp 122, euro 14,50

  • shares
  • Mail