Curiosità: pizza alla cannabis in arrivo dalla Puglia

La prima domanda che mi faccio è la seguente: la mangerei? E la gente la mangerebbe? Ma forse non si è fatto poi così tante domande il pizzaiolo pugliese, di Grottaglie, in provincia di Taranto, per la precisione, che ha avuto questa trovata particolare ed alternativa: la pizza alla cannabis. La notizia viene dal Nuovo Quotidiano di Puglia, che specifica che il coraggioso locale in questione è la Pizzeria Piccola Rudiae, a Grottaglie, appunto.

Ma scendiamo nel dettaglio con qualche precisazione, prima di incorrere in equivoci vari ... Pizza alla cannabis infatti potrebbe voler dire troppe cose; in questo caso è la farina utilizzata per l'impasto che proviene dalla canapa e precisamente dalla Cannabis sativa. Quest'ultima non è illegale, come la sua sorellastra Cannabis indica, ed ha innumerevoli vantaggi. Uno su tutti: può essere considerata come una farina dietetica, in quanto poverissima in carboidrati, ma molto ricca in antiossidanti e proteine.

Questo tipo di farina veniva, infatti, soprattutto utilizzata per chi voleva magiare comunque la pizza, ma doveva seguire un'alimentazione piuttosto controllata e particolare, come nel caso degli sportivi. L'impasto a base di canapa sativa è uno dei 12 impasti che è stato presentato dall'App (Associazione Pizzaioli Professionisti, ex Associazione Pizzaioli Pugliesi) ed inserita nei corsi di formazione che presentano impasti mixati ed alternativi. Per l'Associazione, tale impasto, ma anche tutti gli altri che saranno presentati, rappresenta l'apice dell'innovazione alimentarein termini di pizza, indice di una continua voglia di cambiamento ed attenzione nei confronti della clientela più esigente e particolare.

Via | Nuovo Quotidiano di Puglia
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail