Vinitaly 2014, tutte le novità del padiglione dedicato alla Regione Lombardia

E' stato ufficialmente presentato il padiglione dedicato alla Regione Lombardia, allestito in occasione dell'edizione 2014 di Vinitaly, il più grande appuntamento italiano dedicato ai vini d'eccellenza.

Dal 6 al 9 aprile 2014 torna a Verona Fiere l'appuntamento con Vinitaly, un importante appuntamento dedicato alle eccellenze del vino, che quest'anno avrà come obiettivo principale quello di conquistare i mercati stranieri: del resto all'estero l'export legato al mondo del vino è davvero molto forte, con una crescita davvero forte sia sul mercato interno sia sul mercato estero. La 48esima edizione della manifestazione proporrà alcune interessanti novità, alcune delle quali rivolte proprio al commercio con l'estero.

Insieme a Sol&Agrifood ed Enolitech, Vinitaly si conferma il più grande salone mondiale dedicato al vino e ai distillati: saranno presenti più di 50mila operatori stranieri da 120 paesi del mondo, mentre per l'edizione 2014 non mancheranno delle novità, come un'attenzione sempre più importante rivolta alle produzioni biologiche, con Vinitalybio, evento realizzato in collaborazione con FederBio, mentre un intero padiglione, Vininternational - International Wine Production sarà dedicato alla produzione straniere.

Presente all'interno dei padiglioni della Fiera di Verona anche uno stand completamente dedicato alla produzione di vini provenienti dalla Lombardia: i viticoltori lombardi hanno assistito ad un grande interessamento da parte del mercato estero, con un aumento nel 2013 dell'11,6%, a fronte di una crescita interna del 7,3%. Alla 48esima edizione di Vinitaly il Padiglione Lombardia proporrà le proprie eccellenza: del resto si tratta della prima regione agricola italiana, la seconda in Europa.

Presentazione del padiglione Lombardia a Vinitaly

Lunedì 01 aprile 2014 è stato presentato con una conferenza stampa ufficiale il Padiglione Lombardia allestito a Vinitaly: come vuole la tradizione, il padiglione occuperà tutto il secondo piano del PalaExpo, presentando le proprie eccellenze e i dati della vendemmia 2013, che si è chiusa con l'88,9% di vini a Denominazione di qualità sul totale di quelli prodotti. Su 1,46 milioni di ettolitri di vino prodotto nella regione, infatti, 1,30 milioni di ettolitri ha l marchio Docg, Doc, Igt.

Vinitaly 2014, presentato padiglione della Lombardia

Vinitaly 2014, presentato padiglione della Lombardia
Vinitaly 2014, presentato padiglione della Lombardia
Vinitaly 2014, presentato padiglione della Lombardia
Vinitaly 2014, presentato padiglione della Lombardia
Vinitaly 2014, presentato padiglione della Lombardia
Vinitaly 2014, presentato padiglione della Lombardia
Vinitaly 2014, presentato padiglione della Lombardia
Vinitaly 2014, presentato padiglione della Lombardia
Vinitaly 2014, presentato padiglione della Lombardia
Vinitaly 2014, presentato padiglione della Lombardia
Vinitaly 2014, presentato padiglione della Lombardia
Vinitaly 2014, presentato padiglione della Lombardia
Vinitaly 2014, presentato padiglione della Lombardia
Vinitaly 2014, presentato padiglione della Lombardia
Vinitaly 2014, presentato padiglione della Lombardia
Vinitaly 2014, presentato padiglione della Lombardia
Vinitaly 2014, presentato padiglione della Lombardia
Vinitaly 2014, presentato padiglione della Lombardia
Vinitaly 2014, presentato padiglione della Lombardia
Vinitaly 2014, presentato padiglione della Lombardia
Vinitaly 2014, presentato padiglione della Lombardia
Vinitaly 2014, presentato padiglione della Lombardia
Vinitaly 2014, presentato padiglione della Lombardia
Vinitaly 2014, presentato padiglione della Lombardia
Vinitaly 2014, presentato padiglione della Lombardia
Vinitaly 2014, presentato padiglione della Lombardia
Vinitaly 2014, presentato padiglione della Lombardia
Vinitaly 2014, presentato padiglione della Lombardia
Vinitaly 2014, presentato padiglione della Lombardia

Davvero una bella soddisfazione per la Regione Lombardia, prima regione agricola italiana e seconda regione agricola europea, come ricordato da Roberto Maroni, presidente della regione:

I dati sulla vendemmia 2013, poi, ci dicono che a crescere è soprattutto la produzione di qualità con +2,5% di ettari rivendicati Docg, Doc e Igt e +17,6% di ettolitri a denominazione di qualità. Merito di professionisti qualificati, imprenditori capaci di innovare, spesso giovani che credono nella Lombardia e investono in Lombardia. La Regione intende sostenerli il più possibile, per fare apprezzare il nostro vino e promuovere il nostro territorio nel mondo, anche in occasione di Expo 2015.

La Regione Lombardia, con il suo padiglione a Vinitaly, spera di incrementare ancora di pù le esportazioni verso l'estero, che già danno ottime soddisfazioni verso paesi come Stati Uniti, Germania, Svizzera, Canada, Giappone, mentre i nuovi mercati, che già evidenziano incoraggianti dati di crescita, sono Qatar, Nuova Zelanda, Messico, Corea del Sud, Emirati Arabi Uniti.

Non solo Vinitaly, ma anche il prossimo Expo 2015 sarà un'ottima occasione per mettere ancora più in luce la produzione lombarda, dal momento che i vini prodotti in Lombardia saranno gli ambasciatori della produzione italiana per tutti i visitatori stranieri che saranno a Milano, come ricordato da Francesco Bettoni, presidente di Unioncamere Lombardia:

I successi sui mercati internazionali dimostrano che la Lombardia non ha nulla da invidiare alle più rinomate regioni vinicole del mondo. Il consumatore oggi vuole soprattutto qualità: grazie agli incessanti investimenti in ricerca e sviluppo il sistema vitivinicolo lombardo ha raggiunto il top, sia per quanto riguarda la qualità sia per quanto riguarda la varietà. E questo microcosmo di offerta completa fa della Lombardia la regione con la maggior possibilità di scelta in Italia.

Ed è proprio la qualità il punto di forza della produzione lombarda, come ricordato da Gianni Fava, assessore regionale all'Agricoltura, che ha ricordato l'impegno della regione a sostegno delle aziende:

La Regione Lombardia si sta muovendo in più direzioni con un percorso rivolto alle imprese nell’accesso al credito, nell’innovazione attraverso il Programma di sviluppo rurale, nella semplificazione burocratica. Dal 2015, in particolare, nell’ambito dell’ocm saranno rese disponibili risorse per circa 10 milioni di euro su provvedimenti specifici legati alla promozione, alla ristrutturazione dei vigneti e al miglioramento delle imprese vitivinicole, con una sensibile attenzione ai due pilastri sui quali si fonda il settore: qualità ed export.

Gli eventi del Padiglione Lombardia a Vinitaly

Quali sono le novità del padiglione Lombardia a Vinitaly 2014? Rispetto al passato ci sono alcune piccole migliorie tecniche, come la realizzazione di corsie più larghe, per consentire una visita più tranquilla e comoda, la presenza di 11 Consorzi di tutela dei vini lombardi - Consorzio Franciacorta, Consorzio Lugana, Consorzio Moscato di Scanzo,Consorzio Oltrepò Pavese, Consorzio Provinciale Vini Mantovani (per Colli Morenici Mantovani e Lambrusco Mantovano), Consorzio San Colombano, Consorzio Terre Lariane, Consorzio Valcalepio, Consorzio Valtellina, Consorzio Valtènesi ed Ente Vini Bresciani (per Montenetto, Botticino, San Martino della Battaglia e Cellatica), un evento dedicato alla sostenibilità e all'attenzione verso l'ambiente.

In collaborazione con Amorim Cork Italia, infatti, si terrà una raccolta di tutti i tappi delle bottiglie degustate nel padiglione Lombardia nei quattro giorni di kermesse: i tappi raccolti verranno poi destinati al riciclaggio, diventando materiale isolante. Amorim per ogni tappo verserà una somma di denaro, pari a 70 centesimi di euro per ogni chilo, che sarà destinato a Le Viss, una Onlus di Verona che assiste i malati di leucemia, linfoma e mieloma.

  • shares
  • Mail