Ricette cinema: le crocchette di patate e ricotta al rosmarino di “Saturno contro”

L’altra sera ho rivisto con piacere in tv “Saturno contro” il film della consacrazione di Ozpetek, già osannato per “Le fate ignoranti”. E qui come là gli 8 personaggi principali, una specie di famiglia allargata con le caratteristiche, le relazioni e le problematiche di una famiglia vera, si ritrovano a tavola per cene interminabili in cui ognuno mette in gioco molto di sé. I tipi sono eterogenei: c’è una coppia gay, due coppie etero, un single gay, una single etero. Sarà proprio a una di queste cene che Lorenzo, il padrone di casa, si sentirà male sconvolgendo in un attimo tutte le loro vite e sgretolando in un istante il mondo in cui tutti, per un motivo o per l’altro, trovavano rifugio. Ho notato che nelle varie scene a cena che si succedono nel film, una costante tra le pietanze sono delle piccole crocchette tonde, panate e fritte, della grandezza di olive ascolane che i commensali piluccano con le dita. Non ci è dato conoscere la ricetta precisa, ma noi lavoriamo di fantasia e le immaginiamo come crocchette di patate e ricotta al profumo di rosmarino. D’altronde siamo a Roma…

Cosa vi occorre per 8 persone: 8 patate piccole, 16 cucchiai di ricotta fresca, 8 uova, 8 cucchiaini di grana grattugiato, qualche rametto di rosmarino, olio di semi arachidi e sale q.b.

Come si preparano: lessate le patate sbucciate in tanta acqua bollente appena salata per 20-25 minuti, poi raffreddatele sotto il rubinetto e passatele allo schiacciapatate. A parte battete le uova, unite la purea di patate, la ricotta, il grana e una presa di sale. Mescolate. Nel frattempo in una larga padella scaldate l’olio e friggetevi delle palline ottenute con il composto di patate e ricotta e preventivamente passate ne pangrattato, rigirandole su se stesse con un cucchiaio di legno. Una volta cotte fatele asciugare su carta assorbente prima di trasferirle nel piatto di portata decorato con rametti di rosmarino. Servite calde.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail