Musei del cibo - molto strani!

In Italia ci limitiamo al museo del prosciutto, del vino o dei formaggi (nelle differenti declinazioni) con offerte anche di soggiorni nelle zone di produzione...un buon modo per fare del turismo enogastronomico.
Anche negli Stati Uniti i musei del cibo sono un'attrazione turistica : forse mancano tradizioni centenarie (sono un po' di snob, lo so) ma certo gli americani suppliscono con una notevole fantasia e una capacità imprenditoriale ammirevole. Alcuni infatti sono parecchio strani e tutti con visite guidate, ristoranti e negozi ... e parecchi visitatori tutto l'anno!

Il museo della mostarda (Wisconsin) raccoglie migliaia di vasetti di senape di tutti i tipi; la casa dell'hamburger (sempre nel Wisconsin) celebra Charlie Nagreen, l'uomo che mise la polpetta fra due fette di pane; più normali i musei del cioccolato e del sale, mentre particolari sono la ricostruzione fatta in Georgia del Whistle Stop Cafè protagonista del film "Pomodori verdi fritti" o il museo del cibo bruciato, nato per celebrare i disastri culinari.

  • shares
  • Mail